Lo Yen non riesce a capitalizzare il morbido rapporto sull’occupazione Usa

Lo yen giapponese è stato il perdente principale della giornata, dato che le tendenze dei deboli dati economici e di dubbi sulla durata della ripresa economica del Giappone si sono intensificate negli ultimi tempi, portando a vendite dello yen. Ciò ha mantenuto lo yen di fronte ad un rimbalzo più consistente in seguito al relativamente morbido rapporto sull’occupazione di luglio degli Stati Uniti, atteso per Venerdì. Il rapporto Dollaro / yen era a 102,69 rispetto al valore di 102,54 Venerdì ed euro / yen è salito verso 138.

[adrotate banner=’57’]

I libri paga non agricoli sono aumentati di 209.000 nel mese di luglio, contro le aspettative di un guadagno di 233.000, mentre il tasso di disoccupazione è salito al 6,2%. Gli stipendi, come dimostrano dai guadagni orari medi, sono stati mese su mese in maniera piatta. Il prossimo punto importante per il dollaro saranno i servizi ISM.

Euro / dollaro tiene sopra 1,34 a 1,3421, l’euro in ipervenduto ha approfittato dei morbidi numeri del lavoro degli Stati Uniti per recuperare alcune delle sue perdite. La riunione della Banca centrale europea di Giovedì sarà un evento di rischio per la moneta unica dato che la BCE dovrà dire cosa intende fare per il fatto che l’inflazione dell’Eurozona di luglio è scesa a un minimo di 5 anni dello 0,4% proprio Giovedì scorso.

Il dollaro australiano è riuscito a rimbalzare al livello di 93 centesimi contro il dollaro americano al commercio a 0,9313, dopo che le vendite al dettaglio più forti del previsto per giugno sono state rivelate e hanno dato forza all’aussie contro la sua controparte americana. Le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,6% mese su mese contro le aspettative di un aumento dello 0,4%. I dati in rialzo dell’Australia sono stati mescolati ultimamente e la Reserve Bank of Australia, la cui riunione è attesa per la giornata di domani, fornirà indizi su come la banca centrale vede la situazione generale.

[adrotate banner=’57’]

Autore: Antony Famulari

Inizio nel 2008 lo studio dei mercati finanziari,nel 2011 un lungo cammino di oltre tre anni mi ha portato gradualmente a comprendere l'approccio migliore in accordo con la mia natura e personalità. Da allora svolgo l'attività in maniera libera e indipendente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *