BCE, gli acquisti obbligazionari sono un fattore importante

La Banca Centrale europea ha fatto sapere che espanderà il suo bilancio di circa 1 miliardo di euro. Si tratta di una somma decisamente importante, che ci fornisce un’indicazione di quanto la banca è pronta a fare qualsiasi cosa per alimentare l’inflazione. Tutto questo lo ha rivelato il membro del Consiglio direttivo della Banca centrale europea Christian Noyer proprio ieri, suggerendo inoltre che gli acquisti di debito pubblico potrebbero essere anche un’altra carta da giocare. Noyer ha parlato insieme a Hiroshi Nakaso, vice governatore della Banca del Giappone.

La dichiarazione del Consiglio direttivo della BCE sulla dimensione del bilancio della banca “non è formulata come un fermo impegno, ma come una aspettativa. Tuttavia, è molto significativa”, ha detto Noyer, che è anche a capo della Banca di Francia. Tali dati dovrebbero certamente essere visti come una chiara indicazione che ulteriori azioni politiche, se necessarie, non saranno inibito da qualsiasi restrizione quantitativa globale né da alcun limite che ad esse si voglia tentare di imporre.

Il numero uno della BCE, Mario Draghi, ha efficacemente detto all’inizio di quest’anno che la banca aumenterà il suo bilancio di circa 1 miliardo di euro utilizzando prestiti a basso costo per le banche e degli acquisti di asset del settore privato, al fine di di alimentare l’inflazione e di farla salire, perché effettivamente secondo gli ultimi dati il rischio di una potenziale deflazione c’è nella zona euro ed è anche piuttosto concreto.

Molti economisti e banchieri centrali sono preoccupati che la zona euro potrebbe cadere in una deflazione simile a quella vissuta dal Giappone nel corso degli ultimi anni, per poi rischiare di vedere decenni di bassa crescita economica. L’inflazione è stata molto al di sotto dell’obiettivo della BCE, che è invece del 2%. Noyer ha detto che le indicazioni sulla dimensione del bilancio della BCE possono solo aiutare a portare le aspettative più in linea con la definizione della banca stessa di stabilità dei prezzi. Egli ha anche detto che le preoccupazioni sulla “dominanza fiscale” (dove gli acquisti di obbligazioni sovrane da parte della banca centrale sostengono la solvibilità di un governo centrale) non dovrebbero essere un problema in un contesto di bassa inflazione.

Questo è in linea con i recenti commenti di Draghi, che ha detto che non avrebbe visto un problema se la BCE avesse fatto degli acquisti di debito sovrano. Siamo di fronte ad un momento storico perla nostra zona euro, un momento che bisogna superare.

Azioni vs Obbligazioni: pro e contro

Azioni ed obbligazioni hanno ciascuno un diverso livello di rischio e si comportano in modo diverso in risposta ai cambiamenti dei mercati finanziari. Solitamente sia le azioni che le obbligazioni possono anche essere gli ingredienti chiave per i fondi comuni di investimento. Investire del denaro in diversi tipi di investimenti potrebbe aiutare nel caso in cui alcuni di essi non dovessero dare i rendimenti che ci si è attesi.

Andiamo ora a vedere quali sono i pro e i contro del mercato delle azioni.

I pro si riferiscono al fatto che in genere le azioni hanno dei potenziali rendimenti più elevati rispetto ad altri tipi di investimenti a lungo termine. Alcune azioni pagano dei dividendi, che possono attutire la caduta del prezzo di tali titoli, che permettono inoltre di avere un reddito extra o che possono essere utilizzati per acquistare ancora più azioni. Tra i contro, invece, c’è il rischio che i prezzi delle azioni possono salire e scendere drasticamente e che non vi è alcun ritorno garantito.

Andando invece a vedere pro e contro delle obbligazioni, possiamo dire che queste ultime tendono a salire e scendere meno drammaticamente rispetto alle azioni, il che significa che i prezzi possono oscillare di meno. Certe obbligazioni sono anche in grado di fornire un livello di stabilità dei redditi, come ad esempio i titoli del Tesoro USA, che sono in grado di fornire sia stabilità che liquidità. Tra i contro di questo investimento, c’è da dire che storicamente le obbligazioni hanno fornito dei rendimenti a lungo termine inferiori rispetto alle azioni. I prezzi delle obbligazioni scendono quando i tassi di interesse salgono, e viceversa. Le obbligazioni a lungo termine, in particolare, soffrono di fluttuazioni dei prezzi a seconda del fatto che i tassi di interesse di riferimento si trovino in salita o in discesa.

Investire in obbligazioni con le opzioni binarie, parte 2

Abbiamo parlato nello scorso articolo della possibilità di fare un investimento più sicuro e di farlo acquistando delle obbligazioni a breve termine nel mercato delle opzioni binarie. Concentrandoci sui titoli di trading, si potrebbero trovare pochi broker che offrono anche la possibilità di investire in opzioni binarie obbligazionarie, per cui occorre scegliere con attenzione il proprio partner commerciale.

Che cosa va ad influire sui prezzi delle obbligazioni e come essi si muovono? Per prima cosa parliamo dei ivelli di tasso di interesse. Mentre il prezzo di un asset sale, l’interesse scende e viceversa. Le relazioni inverse con le obbligazioni sono influenzate principalmente da considerazioni economiche e finanziarie. Bisogna poi parlare anche del “marchio di credito” degli emittenti, ovvero della loro condizione finanziaria, che fa una grande differenza nei rendimenti di un’obbligazione. In sostanza, lo spread di credito è maggiore per gli emittenti di cattiva qualità e per le obbligazioni di lunghe scadenze. Proprio in merito alla lunghezza, possiamo dire che, in generale, maggiore è la durata dell’obbligazione e più alto è il rendimento.

Altri fattori che possono influenzare il prezzo di una obbligazione e il nostro investimento nelle opzioni binarie includono anche i dati economici, gli eventi economici e politici e le differenze di prezzi nel mercato azionario. Ogni volta che ci sono dei cambiamenti in questi fattori, ci si aspetta che i prezzi delle obbligazioni comincino a fluttuare.

La chiave per commerciare in maniera efficace sul mercato obbligazionario è avere una solida conoscenza degli elementi essenziali del mercato, dunque rimanere aggiornati su quello che sta succedendo è un must. Dato che i rendimenti obbligazionari si sono sempre dimostrati molto legati alle notizie, occorre seguirle in maniera pedissequa e rimanere aggiornati per tutto il tempo necessario. Con un po’ di impegno si potrà vedere che investire in obbligazioni con le opzioni binarie è una cosa redditizia e proficua.

Investire in obbligazioni con le opzioni binarie

Fare trading nel settore delle obbligazioni è spesso stata una fonte di grande confusione per diversi trader. Perché, che cosa si intende quando si parla di obbligazioni? Tali strumenti finanziari sono usati dai governi e da un certo numero di grandi società per trovare denaro. Essi sono fondamentalmente strumenti di debito. A causa di tassi di interesse eccessivi, ci sono momenti in cui il governo e le grandi aziende sono molto riluttanti a prendere in prestito denaro da istituti finanziari. Di conseguenza, le obbligazioni offrono un metodo conveniente di poterlo fare ottenendo denaro dalle istituzioni. Con una percentuale fissa che va a compenso di chi acquista l’obbligazione, tali strumenti finanziari offrono una buona opportunità per realizzare denaro.

Per poter approfittare finanziariamente delle obbligazioni è possibile scegliere tra tre semplici modi. Il primo è trarre profitto attraverso l’investimento. Quando un acquirente ha un titolo obbligazionario in scadenza, egli vuole riavere il suo capitale più una certa quota di interessi. Il secondo modo è attraverso la speculazione, con la quale i prezzi sono scelti sulla base di una congettura di mercato. Infine, a causa di modifiche dei rendimenti obbligazionari, i commercianti sono in grado di ottenere profitto attraverso l’acquisto e la vendita di titoli.

Moody, Fitch e altre organizzazioni di rating del credito in generale, consentono ai trader di avere la possibilità di valutare il valore delle obbligazioni prima di procedere all’acquisto o alla loro vendita. Il più delle volte, più un’obbligazione è maturata e maggiore è il suo valore, considerando che di solito il rendimento delle obbligazioni a lungo termine ha una maggiore incertezza rispetto a quello delle obbligazioni a breve termine. Quindi, se si vuole fare un investimento più sicuro, la cosa migliore è quella di acquistare obbligazioni a breve termine. Vedremo nel prossimo articolo in che maniera farlo con le opzioni binarie.