Concetti basilari di forex da evitare

Avere anni di esperienza nel Forex permette di imparare un sacco di cose da evitare perché negative, sia azioni scorrette che cattive abitudini che sono il risultato di alcuni fattori che circondano il mercato del Forex. Vediamo in questo articolo alcuni dei problemi che si devono affrontare quando si è principianti del mondo delle valute. A seconda del grado di apprendimento, potrebbe volerci anche molto tempo prima di superare questi problemi, ma operare con attenzione indubbiamente aiuterà.

Bisogna per prima cosa ricordare che il mercato Forex è un mercato che opera sotto leva e qualsiasi posizione scorretta (senza stop loss) può far perdere tutto il denaro investito in poco tempo. Il rischio nel forex è una cosa naturale, ma facendo attenzione si possono trovare delle interessanti soluzioni ed alternative.

L’inizio di ogni cosa è un punto critico perché è il primo passo che permetterà di capire se continuare o no. Anche nel Forex questo discorso vale: lo studio e la pratica chiedono tempo, dunque solo dopo un po’ si possono raggiungere gli obiettivi che ci si è posti.

Iniziamo parlando del conto demo, un tipo di conto che un sacco di commercianti usano e con il quale ottengono buoni risultati. Peccato che quando si entra nel trading dal vivo, la maggior parte dei trader non riesce a continuare a guadagni. Perché? La paura è la risposta, la paura di perdere il proprio denaro, uno dei “demoni” del Forex, soprattutto per i principianti. Per superare la paura di investire denaro reale, in primo luogo, bisogna operare con denaro di cui non si ha bisogno. Questo ti libererà dalla paura, ma ancora non abbastanza. In secondo luogo, quando si deposita denaro in un conto relae, bisogna depositare meno soldi di quelli  che il broker consiglia, perché passare dal conto demo a quello reale è un po’ uno “shock” e si rischia ancora di più. Se nei primi 3 mesi di trading reale si fanno buoni risultati (almeno il 7% per cento mensile) allora si può aumentare il fondo di investimento e dopo altri 3 mesi è possibile raccogliere i fondi se i risultati sono ancora positivi.

Bisogna poi studiare il mercato, dato che a volte esso inganna un sacco di nuovi operatori, soprattutto quando ci sono dei periodi di calma prima della tempesta. E’ anche importante operare con un piano di trading, in maniera da sapere come potersi comportare in varie situazioni che ci si troverà a vivere.

Pochi consigli per un investimento efficace e remunerativo.