T come Triangoli simmetrici

Analizzeremo delle caratteristiche specifiche del modello utilizzato soprattutto  dai Trader nei casi di incertezze sulla direzione dei prezzi.

 Dal modello base dei triangoli al nuovo modello dei triangoli simmetrici

 I triangoli simmetrici rappresentano un modello alternativo a quello base dei triangoli, spesso utilizzato dal Trader per ottenere delle informazioni più precise in caso di incertezze sulle future direzioni del prezzo. Tuttavia prima di passare a tale modello, ci preme ritornare sul modello base dei triangoli, per chiarire al meglio i concetti sulle suddette teorie. I triangoli, offrono al Trader degli elementi facili da riconoscere  per definire dei punti di entrata o dei successivi obiettivi, soprattutto in una fase molto delicata come quella della contrazione di un range tipica di un principio di  alternanza del prezzo. Tale principio parte dal presupposto base che ad una fase di espansione di un range segue una di contrazione, ed individuare tale elemento di passaggio tra le due fasi può essere molto utile per lo stesso Trader, sfruttando il vantaggio dei triangoli di evidenziare nella maggior parte dei casi proprio dei casi di contrazione nel breve periodo.

 Le principali caratteristiche presenti nei modelli dei triangoli simmetrici

Va detto innanzitutto che i triangoli simmetrici, sono facili da riconoscere, in quanto sono caratterizzati da un restringimento di un prezzo verso un punto centrale e tracciate da delle trendLine per risaltare tale fenomeno. Un prezzo sul mercato tende quindi in generale a ridursi in un preciso valore in cui sia gli acquirenti e sia i venditori troveranno “ equo” tale valore,  e dei livelli in cui il prezzo sarà ritenuto o troppo alto o troppo basso. Nella relativa formazione grafica dei triangoli simmetrici il prezzo attraverserà queste varie fasi, fino a che non ci sarà una rottura dell’ equilibrio creato sul mercato.

 Il vantaggio nell’ individuare graficamente il punto precedente alla rottura dell’ equilibrio sul mercato

In pratica “ la linea di resistenza superiore” in cui dei titoli sono considerati dalle parti troppo costosi,  scenderà nel tempo verso una linea relativa ad un valore equo e di equilibrio per entrambe le parti presenti sul mercato, viceversa “ la linea di resistenza inferiore” in cui dei titoli sono considerati dalle parti molto economici , salirà anch’ essa nel tempo verso una linea relativa ad un valore equo e di equilibrio per entrambe le parti. Ma tale equilibrio presente nel triangolo simmetrico non è infinito, e nel corso del tempo sarà rotto da un nuovo fenomeno che spingerà a variazioni del prezzo verso l’ alto o verso il basso, ed individuare graficamente tali elementi in un grafico prima che si verifichino, possono creare la differenza per le due parti presenti sul mercato: acquirenti ( che mirano ad ottenere i titoli al prezzo più basso possibile) e venditori ( che mirano a vendere dei titoli al prezzo più alto possibile. Nel prossimo articolo passeremo ad analizzare l’ ultimo modello della categoria dei triangoli, quali i Triangoli ascendenti e discendenti, che anticipiamo  essere due varianti dei triangoli simmetrici appena visti, con una piccola distinzione in relazione a caratteristiche dei mercati a rialzo nel caso dei triangolo ascendenti, e dei mercati al ribasso nel caso dei triangoli discendenti.

 

Autore: Iolanda Piccirillo

Classe 1985, laureata nel 2009 in Economia e Commercio all' Università Parthenope di Napoli con la votazione di 104/110. E’ La forte passione per il mondo finanziario maturata prima e dopo gli studi a spingere verso l’ avventura editoriale, al fine di poter dare la sua voce sulle diverse tematiche che girano attorno all'economia e al mondo del Trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *