Sussidio di disoccupazione 2014 Naspi, di cosa si tratta?

Tutti i termini del Sussidio di disoccupazione 2014: scopriamo il nuovo Naspi

Il progetto del governo Renzi prende il nome di Naspi e raffigura una forma del tutto innovativa di sussidio di disoccupazione che, stando a quanto affermato a più riprese da laRepubblica, dovrebbe avvicendare l’Aspi e il mini Aspi avviati dalla ben nota riforma Fornero.
Ecco, riferendo tutti i dati forniti da laRepubblica, tutte quelle che dovrebbero essere le principali peculiarità del nuovo sussidio per i disoccupati, Naspi:
1) Hanno l’opportunità di averne accesso tutti quelli che hanno lavorato per almeno tre mesi e, in seguito, hanno perso il proprio posto di lavoro;
2) La durata del sussidio avrà una durata che potrà protrarsi, al massimo, per 2 anni e soltanto per quanto concerne i lavoratori dipendenti. Per quanto riguarda, invece, i lavoratori cosiddetti atipici, la durata sarà di 6 mesi;
3) l’importo massimo dell’assegno in auge dovrebbe aggirarsi tra i 1100-1200 euro, ma ogni 6 mesi, poi, diminuirebbe del 15%.

Sussidio di disoccupazione 2014, tutte le problematiche che girano attorno al reddito minimo

In conclusione, sembra quasi che il governo Renzi abbia preso la decisione di chiudere la porta in faccia alla proposta del Movimento 5 Stelle di un reddito minimo garantito. Gli analisti del quotidiano, laRepubblica, infatti hanno osservato che si sta parlando di una forma rafforzata e maggiormente implicante delle forme passate di sussidio di disoccupazione come, ad esempio, l’Aspi e anche la mini Aspi.
Quando andiamo ad affrontare il discorso inerente il Naspi, ad ogni modo, andiamo a parlare comunque del meccanismo di inclusione per quanto concerne i precari e tutti i lavoratori atipici, ovvero quelle categorie di lavoratori che, da sempre, sono estromesse da qualsiasi forma di previdenza e anche di ammortizzatori sociali. Perciò, seppur con un dato minore, anche i cosiddetti precari ritornerebbero all’interno del sussidio di disoccupazione 2014 che prende il nome di Naspi.

Dove sarà possibile trovare la copertura economica per il Sussidio di disoccupazione 2014

Anche per quanto concerne l’importante progetto inerente il sussidio di disoccupazione Naspi, il problema più grave sarà raffigurato dalla copertura economica. Coloro che potranno usufruire dei benefici del Naspi potrebbero essere, all’incirca, 1 milione e 200.000. Al contrario, poi, la spesa per questa forma di ammortizzatore sociale raggiungerebbe la quota di 8,8 miliardi di euro. Concludendo, è troppo presto per essere felici. Occorrerà ancora attendere per poter vedere se tutte le promesse potranno, alla fine, divenire leggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *