Rimborso canone RAI: le ultime novità

Torniamo a parlare del canone RAI, una delle notizie più caotiche che sono successe nel nostro paese in quest’ultimo periodo. Il nodo principale della questione resta la modalità di pagamento del canone, il bolletta elettrica, e il fatto che tutti coloro che hanno presentato domanda di esenzione (817 mila persone in totale) non sappiano ancora in che maniera poter ottenere il rimborso.

Perché di questo si parla: rimborso di una somma che intanto bisognerà pagare, poi si vedrà. Si, perché l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che le modalità di ottenimento del rimborso verranno definite tra 60 giorni. Insomma, intanto bisogna pagare, poi si vedrà su come fare per avere i soldi indietro.

Sembra un po’ la solita soluzione all’italiana: intanto si paga, poi si vedrà. Peccato che i tempi italiani per ottenere rimborsi siano biblici, e c’è sempre il rischio che i 60 giorni definiti ad oggi per valutare le modalità di rimborso si prolunghino. Anche da questo punto di vista il nostro paese è spesso presente, un po’ come il ritardo nel pagamento delle tasse IRPEF del 16 giugno scorso, che per alcune categorie di persone è rimandato a luglio.

Per chi ha presentato domanda di esenzione, intanto, sembra che la tranche da luglio a dicembre del canone RAI non dovrà essere già pagato, mentre per la parte che va da gennaio a giugno, sarà in ogni caso addebitata nella bolletta di luglio.

La situazione non è certo delle più chiare. E’ vero che con il canone RAI in bolletta dovrebbero essere meno evasioni su questa tassa che è sempre stata particolarmente odiata, ma è pur vero che il modo di fare del Governo ha colto in pieno tutti, anche chi non ha un apparecchio televisivo e ha presentato domanda di esenzione.

Staremo a vedere cosa accadrà nelle prossime settimane e vi terremo informati.

Conto Deposito: cos'è e come sceglierlo

Il conto di deposito è uno strumento di investimento, che solitamente viene affiancato da un conto corrente tradizionale (ma non…

Tutto sui prestiti senza garanzie o busta paga

La richiesta di un finanziamento è subordinata ovviamente all’offerta di determinate garanzie da parte del soggetto che ha bisogno di…