Quali sono le formazioni di grafici più utilizzate?

Tra i modelli più utilizzati dai trader ritroviamo il testa e spalle e la bandiera rialzista. Noi analizzeremo i singoli modelli ed eventuali differenze presenti.

 Le principali  utilità per il Trader dalle osservazioni delle diverse formazioni grafiche di un prezzo o price pattern

Generalmente i Trader attraverso l’ osservazione delle diverse formazioni grafiche di un prezzo o price pattern, riescono a definire delle prime opportunità presenti sul mercato, da dover realizzare con la successiva attuazione di strategie specifiche come ad esempio quelle relative al Trend o al Momentum. Sono delle  “ configurazioni grafiche “  utilizzate dal Trader e costituite da elementi specifici come un triangolo, un cerchio, una barra, una parabola,  per definire l’ andamento di quel mercato in un determinato momento. Ottenendo delle prime indicazioni sul prezzo, che permettono di  definire la successiva entrata in quella posizione, o ancora  di definire l’ elemento opposto ossia il punto nel quale realizzare il massimo profitto e definire la successiva uscita. Si tratta tuttavia come evidenziato anche nel precedente articoli di previsioni per definire una prima strategia, partendo da una ideologia comune che “ le formazioni di prezzo possono ripetersi nel tempo”.

 Head and shoulders uno dei  primi modelli più utilizzati generalmente dai Trader per osservare e rappresentare i prezzi

Molti sono i modelli utilizzati dai Trader per osservare graficamente i prezzi ed attuare delle prime previsioni dei prezzi, come ad esempio il modello testa e spalle noto anche Head and shoulders o il modello della bandiera rialzista. Il primo modello ( testa e spalle o head and shoulders) è uno dei più utilizzati dai Trader e permette di evidenziare in maniera immediata l’ andamento di un prezzo sul mercato. Graficamente è rappresentato da una figura simile ad una testa con delle spalle, tale da dare il nome a suddetto modello, dove la testa rappresenta il punto più alto e relativo alla fase finale di un mercato, la spalla sinistra il punto relativo al massimo relativo iniziale  e la spalla destra il punto relativo a continui acquisti effettuati sul mercato di riferimento da Trader meno esperti.

 La bandiera rialzista un secondo tra i  modelli più utilizzati generalmente dai Trader per osservare e rappresentare i prezzi

 Il secondo modello ( bandiera rialzista) rientra sempre nei modelli più utilizzati  dai Trader,  soprattutto per riflettere delle prime reazioni dello stesso ad un primo impulso sul mercato. E’ costituita da diverse parti che come il nome dato al modello stesso rappresentano graficamente una bandiera. La parte iniziale dell’ asta ad esempio è per indicare degli primi impulsi presenti sul mercato, il drappo è utilissimo per definire dei ritracciamenti e l’ altezza della suddetta bandiera,ù evidenzia in pratica la reazione verso l’ asta. Tale teoria inoltre è strettamente collegata a quella del momentum analizzata negli articoli iniziali della suddetta rubrica,  in quanto individua dei momenti chiave come la spinta iniziale per delle prime reazioni sul mercato. Teorie affascinanti quindi ed utili per i Trader per osservare e rappresentare i prezzi presenti, o per definire delle prime ed utili strategie operative, che presentano di per sé molti aspetti importanti, che saranno analizzati a breve nei prossimi articoli.

Autore: Iolanda Piccirillo

Classe 1985, laureata nel 2009 in Economia e Commercio all' Università Parthenope di Napoli con la votazione di 104/110. E’ La forte passione per il mondo finanziario maturata prima e dopo gli studi a spingere verso l’ avventura editoriale, al fine di poter dare la sua voce sulle diverse tematiche che girano attorno all'economia e al mondo del Trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *