Perchè è importante imparare a leggere il prezzo

Immaginiamo di avere una tecnica che ci fornisce due tipi di segnali: long e short. Non sarebbe interessante avere un modo per prediligere i segnali long da quelli short o viceversa? Ci saranno sicuramente dei momenti in cui il mercato ha una certa predisposizione per andare da una parte piuttosto che un’altra,se noi fossimo a conoscenza di ciò potremmo seguire il segnale che la tecnica ci fornisce solo in questa direzione avendo maggiori probabilità. In generale i compratori e i venditori con le loro azioni determinano il movimento del prezzo, leggere questi movimenti ci mette in condizioni di capire chi ha il controllo del mercato, capire i segnali di debolezza e di forza. Possiamo quindi utilizzare la lettura del prezzo per decidere quando e perchè applicare una determinata tecnica, ma possiamo anche sfruttare la stessa analisi come strumento per prendere decisioni operative. Quindi ci può servire siamo come filtro sia come metodologia completa.

Perchè il trading è per pochi

I mercati sono un mondo complesso, cercare di comprendere le ragioni che stanno dietro ai movimenti dei prezzi può essere molto pericoloso. I mercati finanziari non si muovono secondo un modello matematico o statistico, se cosi non fosse il mercato stesso non esisterebbe perchè qualcuno con grandi disponibilità economiche prima o poi l’avrebbe trovato. I mercati sono imprevedibili e irrazionali perchè formati da esseri umani, i mercati si muovono per emotività. La maggior parte delle persone non riesce ad arrivare al successo per questo motivo : non riesce ad accettare questo concetto. Non riescono ad accettare che il più grande nemico è dentro di loro e l’unica cosa che possono controllare sono loro stessi. Perdono tutto il loro tempo seguendo un’illusione, è terribilmente difficile per noi esseri umani cresciuti in questa società basata sulle soddisfazioni immediate, sulla razionalità, sul controllo delle cose , sull’ipocrisia poter accettare questo discorso. Le persone vogliono imporre i loro tempi al mercato, ma a lui non frega niente, vogliono avere il controllo, non potranno mai averlo, voglio approcciarsi in maniera logica ma i mercati sono tutto tranne che logica, i mercati non rappresentano la realtà bensì la percezione della realtà, viviamo in un mondo in cui possiamo fingere, continuamente. Se vogliamo qualcosa questa società ci offre gli strumenti per poterla conquistare, possiamo fingere di essere ricchi, poveri, intelligenti, romantici, furbi, fessi, qualsiasi cosa. Davanti al mercato invece non abbiamo nessuna possibilità siamo noi e basta con i nostri difetti e i nostri pochi pregi, riesce solo chi non ha paura di combattere i suoi demoni, le sue paure. Gli antichi cinesi dicevano : il più grande guerriero è colui che vince la battaglia contro se stesso!

Seguire senza predire !

Se facciamo un passo avanti e riusciamo ad accettare tutto questo siamo già messi meglio di molti altri, anzi, quasi tutti. Quello che ci manca è comprendere esattamente il perchè leggere il prezzo è l’unica cosa che noi piccoli trader possiamo fare per continuare a vivere in un bosco pieno di lupi. Gli istituzionali hanno i migliori software, il miglior personale a loro servizio, i migliori analisti quantitativi e converrete con me che non li pagano centinaia di migliaia di euro per tracciare due trendline. Questi analisti scrivono i migliori indicatori anticipatori che restano chiaramente proprietari. Essere competitivi è diventato quasi impossibile, non giochiamo una guerra ad armi pari loro vedono cose che noi non vediamo. Tutti gli indicatori comuni tutta l’analisi tecnica classica è destinata a fallire se non è finalizzata in una certa ottica. L’unico modo che abbiamo è leggere i loro movimenti e seguirli, diventare degli stupidi inseguitori. Analizzare un mercato per capire se la domanda ha battuto l’offerta, se i compratori hanno il controllo del mercato o se i venditori stanno perdendo forza, e questo possiamo capirlo tramite una lettura del prezzo che deve essere oggettiva! Tutto il mio lavoro e la mia ricerca è stata rivolta in questa direzione : rendere oggettivi questi movimenti. L’unica arma che abbiamo è il prezzo, noi non sappiamo cosa faranno domani ma possiamo sapere cosa hanno fatto oggi, possiamo sfruttare il concetto che il mercato tende a continuare il più delle volte quello che sta facendo, se oggi i compratori hanno il controllo nessuno mi potrà garantire che domani continueranno ad averlo ma è l’unica cosa ragionevole che posso pensare. Se un treno cammina per 1000km ad una velocità media di 200km/h, fra tre ore che velocità avrà ? Nessuno può rispondere a questa domanda perchè riguarda una cosa che noi non possiamo fare : prevedere il futuro. Ma ragionevolmente, qual è la risposta corretta? Il treno continua mediamente a 200km/h, magari con qualche piccola differenza ma la risposta più ragionevole è questa. Se i compratori hanno il controllo del mercato e la domanda supera chiaramente l’offerta cosa farà il mercato? Beh ragionevolmente continuerà a salire fino a quando ci saranno i primi segnali di debolezza e poi d’inversione quindi il mercato è passato in mano ai venditori. Non possiamo predire il futuro, ma possiamo leggere quello che giornalmente fanno e seguire chi dimostra di avere più forza. Non avremo sempre ragione a volte il prezzo andrà nella direzione opposta e noi come segugi ci riallineremo, senza nessun condizionamento, senza voler a tutti i costi capire il perchè, siamo solo trader non ci interessa perchè, vogliamo solo far soldi, cercare le correlazioni logiche e i motivi è un’attività che lasciamo con piacere ai giornalisti finanziari. Noi sappiamo che il vero nemico è dentro di noi, è questo nemico che dobbiamo riuscire a capire e controllare dobbiamo conoscere noi stessi, la maggior parte della gente non riesce, non si accetta. Il mercato ci metterà a nudo l’anima come neanche una donna può fare, saremo vulnerabili con le nostre paure e angoscie ma non dovremo mai temerlo perchè lui è il nostro miglior alleato. Un’aforisma molto famoso a Wall street recita: incontrammo il nemico…eravamo noi! Alla prossima

Autore: Antony Famulari

Inizio nel 2008 lo studio dei mercati finanziari,nel 2011 un lungo cammino di oltre tre anni mi ha portato gradualmente a comprendere l'approccio migliore in accordo con la mia natura e personalità. Da allora svolgo l'attività in maniera libera e indipendente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *