Nzd/Usd: superbalzo dopo decisione della RBNZ di alzare i tassi d’interesse

Bel movimento rialzista del cambio tra il dollaro neozelandese e il biglietto verde sulla scia della decisione della Banca centrale neozelandese (Reserve Bank of New Zealand, RBNZ) di incrementare il costo del denaro di 25 punti base, portandoli dal 2,50% al 2,75%. Gli esperti dell’istituto centrale hanno, inoltre, sottolineato la possibilità che nel prossimo biennio il rialzo potrebbe essere di 2 punti percentuali.

L’economia neozelandese ha mostrato una crescita importate. Il governo stima che il PIL possa salire del 3,3% nel primo trimestre 2014. Le condizioni sono quindi favorevoli per un cambio della politica monetaria. Escludendo le banche centrali dei paesi emergenti, la RBNZ è il primo istituto centrale a promuovere strategie monetarie restrittive.

Oggi nel primo pomeriggio negli Stati Uniti saranno pubblicati i dati sulle vendite al dettaglio di febbraio e sulle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione. Cifre importanti che potrebbero dare ulteriori indicazioni al Board della Federal Reserve per decidere quali mosse adottare in politica monetaria. La settimana prossima si terrà l’importante meeting del FOMC (braccio armato della FED).

Secondo le nostre attese i membri della commissione operativa sceglieranno di mantenere i tassi su livelli bassi e proseguiranno con il tapering ovvero la diminuzione degli stimoli monetari. Riteniamo che nella prossima riunione si deciderà di ridurre gli acquisti di titoli governativi di ulteriori 10 miliardi di dollari.

Dal punto di vista tecnico il cross nzd/usd ha superato l’importante resistenza di lungo periodo posizionata a 0,8544 gettando così le basi per un allungo in direzione degli obiettivi situati a 0,8676, picco dell’11 aprile 2013, e 0,8840, massimo del 2011. Le prospettive grafiche sono quindi ampiamente rialziste. Tali aspettative potrebbero vacillare solamente con il cedimento del supporto a 0,8432, preludio per un possibile calo a 0,8316.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui

Autore: Filippo Diodovich

Filippo A. Diodovich, Market Strategist per IG, è un esperto di analisi fondamentale e tecnica, applicata ai mercati finanziari (azionari, valutari, obbligazionari e dei derivati). Dopo aver conseguito una laurea in Economia Politica all'Università Bocconi di Milano inizia il proprio percorso professionale nel 2002 presso l'ufficio studi di una delle maggiori banche d'affari statunitensi per poi passare nel 2003 a lavorare per un'azienda italiana specializzata nell'utilizzo delle metodologie dell'analisi tecnica per valutare l'andamento delle piazze finanziarie. I suoi commenti sono disponibili anche su Twitter @FADiodovich_IG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *