News Forex di Questa Settimana

Gli ultimi tre mesi nel mondo del Forex sono stati decisamente interessanti, per la maggior parte delle valute.

Iniziando dalla nostra valuta, vediamo che l’euro ha perso terreno in passato contro le altre principali valute a seguito della richiesta di aiuti da parte dell’Irlanda. Il paese ha chiesto 80 miliardi di dollari per poter far fronte ai suoi debiti ed evitare una situazione di default come quella che invece ha colpito la Grecia qualche tempo fa. La situazione si è fatta sentire molto sull’euro, dato che gli investitori hanno paura di un effetto domino, ovvero della possibilità che anche altri paesi subiscano un default. Tra i paesi per i quali c’è più paura, possiamo vedere la Spagna, il Portogallo e l’Italia. Addirittura si teme che se la Spagna o l’Italia dovessero chiedere degli aiuti, non ci saranno soldi sufficienti per poter intervenire.

Volando in Giappone, qualche tempo fa il governo è intervenuto in favore dello yen giapponese vendendo valuta, per la prima volta dopo diversi anni. Questo ha portato il valore dello yen giapponese a scendere contro il dollaro americano, anche se non si è trattato di un effetto così duraturo come invece il governo giapponese aveva sperato. Ora si continua a tenere controllato questo rapporto di cambio, dato che se dovesse arrivare attorno a quota 82.00 , si teme che il governo nipponico possa ancora intervenire sul mercato.

Per quanto riguarda il dollaro americano, gli USA sono in crisi di dati e di prestazioni. I dati macroeconomici che vengono resi noti sono sempre deludenti e i pochi dati positivi non riescono a risollevare la situazione. Addirittura il livello di disoccupazione è ancora a livello attorno al 10% e, secondo le parole di Obama, dovrà rimanere così ancora per un po’ di tempo. Questo inibisce il rialzo dei tassi di interesse da parte della FED, anzi. La banca centrale degli USA ha infatti indetto un secondo giro di quantitive easing, ovvero di intervento sul mercato allo scopo di risollevare l’economia. In questo caso ha intenzione di acquistare 600 miliardi di buoni del tesoro USA.

Il Regno Unito ha visto dei dati macroeconomici non sensazionali ma migliori rispetto alle controparti USA e Europa, dunque la sterlina inglese sta andando meglio.

Autore: Guglielmi Franco

Mi preoccupo di tenervi aggiornati sulle ultime notizie dal mondo del Forex in tempo reale, con approfondimenti sulle migliori notizie in campo economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *