Mercati in ripresa dai supporti, oro lontano dalla resistenza

AZIONI

I mercati si sono ripresi dal loro rispettivo sostegno a medio termine, avuto Venerdì e fino ad ora, e sembra che un acquisto di fattori tecnici formi uno stato di ipervenduto, in assenza di qualsiasi evento convincente. Il Dow (16.553,93, + 1,13%) ha rimbalzato nettamente dalla nostra area di supporto a 16.300-200 per terminare la settimana con un modello Doji con polarizzazione bullish. Se si riesce a scambiare sopra 16600 nella prima parte della settimana, poi 16.750-850 può essere un valore atteso. Il Dax (9009,32, -0.33%) ha ripercorso l’intera ascesa 8.900-10.000 e forse ora cercherà di rimbalzare verso 9150-200 anche se il trend ribassista di lungo termine rimane in vigore sotto 9300-400.

Nikkei (15.090,43, + 2,11%) in una pausa prevista, ma potrebbe trovare difficoltà a rompere immediatamente sopra 15.250-400. Lo Shanghai (2214,13, + 0,90%) ha trovato supporto a 2180-70 come previsto e ora sta consolidando nella gamma di 2180-2230 con la tendenza rialzista completamente intatta. Si può tentare una manifestazione per la resistenza a lungo termine finale del 2260-70 dopo questo consolidamento.

Il Nifty (7.568,55, -1,06%), può tentare un rimbalzo questa mattina sulla base delle indicazioni globali positive. Il nostro principale sostegno è modificato a 7530-10 dal precedente 7580 a causa del crescente rumore all’interno della gamma di 7500-7800, che non può rompere molto presto.

COMMODITIES

Oro (1305,98) staccato dalla resistenza del canale quotidiano vicino a 1333. Una caduta sotto 1300 potrebbe portarlo ad un valore inferiore a 1280 ma mentre si trova ancora sopra i valori di 1300 – 1305 ci si può aspettare un aumento verso 1340 – 1350 nel breve termine. Il rapporto oro – WTI (13.32) è sceso un po’ ma è scambiato vicino alla resistenza cruciale di 13,5 che, se tiene, potrebbe spingere tale valore verso la quota di 13 – 12,5 nel breve termine. Oro ribassista in questo caso.

Il Nymex WTI (97.98) è salito da 96 e se questo valore tiene può indirizzare a 101,15-101,81 nel breve termine. Brent (105.25) in taglio nella regione 105-106, in grado di dare chiarezza di ulteriori movimenti. A meno che non si rompa 107-108, il ribasso continuerà ad influenzare il prezzo.

Argento (19.88) in una fase fluttuante nella cruciale zona di 20,108-19,7. Sembra ribassista nel breve termine ma c’è bisogno di confermare rompendo sotto 19.7. La tendenza a lungo termine è al ribasso.

Rame (3,1910) in una fase di calo brusco tanto che ha realizzato un intra-day massimo a 3,25 Venerdì. La regione 3,15-3,25 sta mantenendo i prezzi vari per ora, ma mentre il prezzo si trova ancora al di sopra di 3,15-3,20, nel breve termine il prezzo è ancora rialzista. Come detto in precedenza, i prezzi del rame possono rimanere sotto pressione per qualche tempo ancora, bisogna fare attenzione a questo mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *