Mercati in movimento laterale, il Brent si schianta

AZIONI

Quasi tutti i principali mercati stanno commerciando in modo laterale se le azioni indiane mostrano segni tecniche di forza. La sfilza di dati CPI oggi dalla Germania, dalla Francia e dalla Spagna può determinare la direzione europea. Dow (16.560,54, -0.06%) in fase di consolidamento ai livelli più alti in un range molto stretto dopo il forte rally di Venerdì. Ulteriore estensione del rally può affrontare le resistenze da 16700-800. Dax (9.069,47, -1,21%) in calo bruscamente così come previsto e ora può operare nel range di 8900-9200 per 1-2 sessioni con il trend ribassista di lungo termine, rimanendo in vigore sotto 9300-400.

Nikkei (15.187,39, + 0,17%) in fase di lotta vicino a 15.250-400 come previsto, cosa che mantiene il rischio ribassista attivo per questo indice. Shanghai (2216,04, -0.25%) in consolidamento nel range di 2180-2230, che continua con la tendenza rialzista completamente intatta. Si può tentare una manifestazione per la resistenza a lungo termine di 2260-70 dopo questo consolidamento.

Nifty (7.727,05, + 1,33%) chiuso sopra 7700-10 per segnalare un ulteriore raduno verso 7.900-8.000. Ma questo segnale rimarrà valido solo fintantoché 7655 è protetto dai tori. Tenete d’occhio se il gap in calo invita i tori a comprare nei pressi 7680-70.

COMMODITIES

Oro (1.308,47) variato per ora sopra la quota di 1305 e può indirizzare fino a 1300-1290 nelle prossime sedute da dove si può vedere una correzione al rialzo. Argento (19,964) che continua a rimanere a distanza nella regione 19,7-20,108. Come detto in precedenza, nessuna chiarezza è vista a meno che non si verifica una rottura su entrambi i lati di questa gamma. Il rapporto oro-argento (65,529) è scambiato all’interno di 65,7-65,083 e se rompe ad un livello inferiore può indirizzare a 64,4 nel breve termine. A lungo termine la tendenza è verso il basso.

Nymex WTI (97.22) in calo di nuovo dal livello di 98,5 in linea con la nostra aspettativa di un aumento limitato. Il momentum è ribassista e gli orsi sembrano ancora dominare i prezzi per ora. Un forte aumento è necessario verso 100-101.81 nelle prossime settimane altrimenti il pericolo di rompere sotto 96 potrebbe essere visto nel breve termine portando ad una caduta verso 94.

Il Brent (102.83) si è schiantato a 103-102 livelli ieri e questo segnala forti orsi che influenzano i prezzi per ora. Nessuna possibilità di un aumento. Se questa caduta continua potrebbe presto colpire i livelli 100-99. Questo segnala un forte mercato orso in arrivo per il Brent e può essere negativo per la Rupia Indiana.

Rame (3,1415) in fase di movimento verso il supporto vicino a 3.10 da dove si può vedere un po’ di rimbalzo verso l’alto a 3.15. Tuttavia, una rottura sotto 3,10 potrebbe portarlo ad un livello inferiore a 3,07-3,05.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *