L’euro in leggera ripresa, ma i rischi sono ancora alti

I tassi di cambio dell’euro contro la sterlina (EUR / GBP) e dell’euro contro il dollaro (EUR / USD) hanno visto dei movimenti interessanti nel corso delle ultime ore, dato che i timori sulla Grecia hanno continuato a pesare sulla moneta unica. L’Euro contro la sterlina (EUR / GBP) ha toccato un livello minimo in sessione a 0,7062. Con la riunione dei ministri delle finanze del G7 che si terrà questa settimana a Dresda, la pressione sull’UE e sulla Grecia aumenterà.

Gli Stati Uniti stanno rapidamente perdendo la pazienza con entrambe le parti e il segretario al Tesoro Jack Lew ha invitato a risolvere la crisi in fretta prima che sia fuori controllo e che abbia ulteriori impatti sui mercati globali. Sono stati fatti dei progressi, ma non abbastanza per risolvere tutta la situazione. Inoltre, c’è sempre un’altra scadenza che si avvicina. La situazione è pericolosa. Ognuno deve raddoppiare gli sforzi e trattare la prossima scadenza come l’ultima fino a che tutto questo non sarà risolto.

La Banca centrale europea nel frattempo ha lasciato limite di liquidità di emergenza della Grecia invariato al livello attuale di 80,2 miliardi di euro.

A pesare sull’euro è stato anche un rapporto che ha mostrato come i greci, a causa della preoccupazione della situazione, hanno ritirato dalle banche circa 300 milioni di euro solo ieri, sollevando delle preoccupazioni che i ritiri aumenteranno ancora di più mano a mano che ci si avvicina alla scadenza del 5 giugno. All’inizio della seduta, l’euro era riuscito a recuperare alcune delle perdite subite ieri, dato che i timori degli economisti sono stati facilitati dalla retorica da parte di Atene e Bruxelles che un accordo sarà raggiunto prima della scadenza del 5 giugno. Il governo greco ha detto che è sicuro che sarà in grado di rimborsare di 305 milioni di euro che deve al Fondo monetario internazionale proprio in quella data. I funzionari greci, intanto, devono riprendere i negoziati con Bruxelles e con i creditori già da oggi.

L’euro contro il dollaro (EUR / USD) ha invece toccato un livello minimo di sessione a 1,0862. Il dollaro americano ha continuato a ricevere il sostegno del rilascio dei dati per lo più positivi ancora ieri. Tali numeri hanno mostrato che gli investimenti delle imprese degli Stati Uniti sono in salita, così come i prezzi delle case e la fiducia dei consumatori. Le relazioni positive hanno aumentato la speculazione che la Federal Reserve potrebbe scegliere di iniziare ad alzare i tassi nel corso dell’anno.

Autore: Guglielmi Franco

Mi preoccupo di tenervi aggiornati sulle ultime notizie dal mondo del Forex in tempo reale, con approfondimenti sulle migliori notizie in campo economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *