L’argento non trova sostegno in area 20$

Gold Ounce USD – Spot

Seduta decisamente negativa per l’oro che si porta sui livelli minimi degli ultimi giorni, facendo segnare un prezzo di chiusura pari a 1.219,28$ l’oncia. I prezzi si son spostati quindi al di sotto della soglia importante di area 1.220$  in seguito all’apparizione di una candela bearish che tuttavia presenta una lunga coda superiore. Emblema del fatto che il mercato ha tentato più volte di sostenere i prezzi dell’oro al di sopra di tale livello, ma invano. I tentativi di affondo rialzista si sono imbattuti sulla resistenza dinamica delineata dalla media mobile a 20 periodi che al momento collima col livello 1.238,8$. Il prezzo dell’oro corrente è ampiamente al di sotto di tale livello e ciò implica che la tendenza di breve periodo del gold, è nettamente ribassista. La candela delineatasi in concomitanza con la seduta di contrattazioni di ieri, ha infranto inoltre un supporto di lower – range indicato sul grafico daily sottostante, da una linea tratteggiata più fine in area 1.226$. Questo è un segnale da interpretare in modo negativo poiché avvicina sempre più i prezzi dell’oro, al supporto statico e storico di are 1208$ – 1200$: è qui che probabilmente si giocherà la partita nelle prossime sedute ma tuttavia, per modificare il quadro tecnico di periodo – decisamente impostato al ribasso – servirà ben altra evidenza empirica e reversal.

Immagine 1

Silver Ounce USD – Spot

Contrariamente all’oro, l’argento si deprezza con un’evidenza meno marcata e, sebbene nell’ultima giornata di contrattazioni abbia lasciato sul terreno 1 punto percentuale, il quadro tecnico di medio periodo, vede l’argento sostare nella parte più alta di un esiguo trading range che vede in area 19,62$ il supporto di periodo ed in area 20.51$, la resistenza storica che, nelle recenti sedute il mercato ha tentato di abbattere o quantomeno di raggiungere. E’ lampante come – specialmente nelle ultime tre giornate di contrattazioni – il mercato abbia tentato di spingere e sostenere i prezzi dell’argento, ben oltre i 20$ l’oncia; tuttavia, l’apparizione di code superiori così estese, lascia intendere che, su quei livelli concomitanti con una barriera psicologica, la pressione in acquisto viene di gran lunga surclassata da quella in vendita, creando così, a posteriori, solo l’illusione di un prorompente break out di periodo che, in fin dei conti, si trasforma in un misero tentativo fallito. La media mobile a 20 giorni da ugualmente sostegno nell’area 19.6$ indicata in precedenza; quindi al momento la situazione è stazionaria ma tuttavia l’outlook di medio è incrinato ed inclinato verso il basso.

Immagine 2

Brent Crude Oil – Future Nymex

Seduta positiva per il Brent Crude Oil trattato sul Nymex attraverso il corrispettivo future; i prezzi al barile viaggiano in area 108$ e la media mobile a 20 periodi pone in evidenza un’importante barriera di periodo nei pressi di area 110$. Il quadro tecnico permane tuttavia incerto data l’assenza di una ben definita direzionalità di medio corso. Nel breve, una rottura del supporto corrente di lower – range, potrebbe innescare un sell – off sui minimi di periodo, in area 106$.

Immagine 3

(© riproduzione riservata)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore: Fabio Brigida

Nato a Monopoli l’11 febbraio del 1985, appassionato di analisi tecnica, muove i primi passi nel mondo degli investimenti finanziari all'età di 26 anni. Nel 2012 ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in Statistica per le Decisioni Finanziarie ed Attuariali presso l’ Università degli Studi di Bari ed attualmente collabora con diversi portali di finanziari, in veste di analista tecnico e trading advisor. Amante dei colori, i suoi principali interessi sono nella lettura, nella musica e nella casualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *