Inverted Hammer

Prima di affrontare questo segnale vi chiedo di rivedere l’hammer e la shooting star, perché sono pattern molto simili.
Solitamente sui manuali di teoria l’inverted hammer segue proprio la shooting star, questo perché apparentemente sono uguali: piccolo real body (il colore non è importante), lunga upper shadow e minuscola lower shadow.

La differenza è che una shooting star appare alla fine di un uptrend, mentre un inverted hammer si trova alla fine di un downtrend e potrebbe avviare un’inversione, ovvero l’inizio di un uptrend.
Quante volte vi è capitato di vedere un pattern simile? Penso tante perché l’inverted hammer è tra i segnali più frequenti. Molte volte funziona ma questo non vuol dire che bisogna abusarne e sfruttarlo per aprire trades anche quando non ricorrono altre condizioni favorevoli.
Per questo tipo di pattern è importante aspettare una conferma data dalla candela successiva, si può capire il perché solo osservando la logica dell’inverted hammer.
Dopo un lungo downtrend appare una candela che presenta un piccolo real body e una lunga upper shadow, questo vuol dire che i buyers stavano prendendo forza, ma i sellers sono stati in grado di contrastarli: è una sfida alla pari tra i compratori e i venditori.
Una candela long nella sessione successiva, vuol dire che i sellers stanno effettivamente perdendo dalle loro trades short e quindi potrebbero chiudere le loro posizioni, favorendo, così, la vittoria dei buyers che spingeranno il prezzo verso l’alto.
Se avete capito la logica di questi segnali di inversione è facile ragionarci sopra e individuare le caratteristiche principali e il loro significato. In particolare se avete capito la logica dietro la shooting star non sarà difficile capire quali fattori aumentano la forza di quel segnale e di conseguenza quali aumentano la forza di un inverted hammer.
Infatti anche per l’inverted hammer la forza aumenta quando l’upper shadow è molto alta e quando c’è un volume elevato in corrispondenza del pattern.
Concludiamo con diversi esempi tratti da situazioni reali di mercato:

 

 

Autore: Federico Sellitti

Classe 1990, Federico si avvicina giovanissimo al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui mercati valutari, grazie ad un corso di Finanza tenutosi nella sua provincia. Laureando in Economia e Commercio, ha una forte passione per le scienze statistiche e l'analisi tecnica sui mercati finanziari, inoltre pratica il gioco degli scacchi a livello professionistico, con diversi riconoscimenti e titoli in ambito nazionale ed internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *