I cinque gruppi in cui possiamo dividere gli indicatori forex

Ci sono diversi tipi di indicatori tecnici che si possono usare nel forex, alcuni più utili altri meno. In linea generale essi possono essere raggruppati in cinque categorie:

  • Indicatori di trend. Le tendenze mostrano il persistere di direzioni di prezzo: in salita, in discesa o lateralmente. Gli indicatori di tendenza appianano i prezzi storici per mostrare la direzione del mercato in maniera generale. Il più comune di questi indicatori è la media mobile. Una linea di tendenza può unire i punti di massimo e di minimo su un determinato tratto di tempo, e tali punti sono utilizzati per la costruzione dei triangoli e di altri strumenti di analisi popolari. Le linee di tendenza sono inoltre utilizzate per trovare supporti e resistenze.
  • Indicatori di forza. Sono essenzialmente degli indicatori di volume e sono molto popolari nei mercati a termine.
  • Indicatori di volatilità: misurano le fluttuazioni che un dato prezzo ha nel corso di un determinato periodo di tempo. L’aiuto di questi indicatori è importante per trovare i punti di supporto e resistenza ed il più popolare è senza dubbio quello delle Bande di Bollinger.
  • Indicatori di livello. Si tratta di una serie di indicatori che si usano per trovare dei modelli, o più correttamente dei cicli ripetitivi. Sempre più popolari anche in altri mercati finanziari, l’indicatore di ciclo più popolare è quello delle onde di Elliot.
  • Indicatori di Momentum, o oscillatori. Questi indicatori controllano la velocità con cui i prezzi delle valute si muovono nel periodo di tempo indicato. Essi determinano anche la forza o la debolezza di un trend mano a mano nel corso del tempo.

Lo slancio è più alto all’inizio di un trend e più basso nei momenti in mezzo al trend. Qualsiasi divergenza tra le direzioni di prezzo e la quantità di moto è un avvertimento della debolezza del mercato, mentre degli estremi di forza indicano una mossa più chiara nella direzione. Se la quantità di moto è abbastanza forte e i prezzi sono piatti, questo segnala un potenziale cambiamento di direzione degli stessi. Gli indicatori di momentum più popolari sono lo stocastico, il MACD e l’RSI.

Abbiamo fatto una panoramica davvero completa degli indicatori forex che si possono usare per fare analisi tecnica. Abbiamo anche indicato, per ognuna delle tipologie di indicatori che abbiamo visto, quelli più usati e quelli che anche tu potresti usare per le tue strategie di forex.

Non ci resta che augurarti un buon trading.

Autore: Guglielmi Franco

Mi preoccupo di tenervi aggiornati sulle ultime notizie dal mondo del Forex in tempo reale, con approfondimenti sulle migliori notizie in campo economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *