Forex, nuovi regolamenti da parte delle banche centrali

Le principali banche centrali del mondo hanno concordato una nuova serie di linee guida per il mercato dei cambi, la creazione di una road map con cui i regolatori dei singoli paesi devono proteggere le informazioni del cliente.

Il documento, che dovrebbe essere reso pubblico questa settimana, è una risposta alle rivelazioni dello scorso anno che gli operatori delle grandi banche hanno condiviso delle informazioni sulle posizioni dei loro clienti. Nel 2013, le autorità di regolamentazione britanniche hanno lanciato un ampio sondaggio sulla questione, che più tardi si è diffusa negli Stati Uniti e in Svizzera, e ha emesso 4,3 miliardi di dollari di multe a sei banche nel mese di novembre.

I rappresentanti delle commissioni di cambio della Federal Reserve Bank di New York, della Banca del Giappone e della Banca d’Inghilterra, tra gli altri, hanno firmato un documento di otto pagine che vieta esplicitamente agli operatori di condividere le identità e le informazioni dei clienti e la divulgazione dei dati che potrebbero consentire a qualcuno di dedurre le informazioni. I partecipanti al mercato forex non devono condividere le informazioni con gli altri sulle loro posizioni di trading, sui clienti o su altri operatori forex oltre a quelle necessarie per l’esecuzione di una transazione.

Inoltre, sarebbe responsabilità delle banche attuare delle politiche di controllo delle comunicazioni tra gli operatori economici. Queste politiche dovrebbero imporre al proprio personale di astenersi dal trasmettere informazioni che potrebbero essere fuorvianti. Le nuove linee guida sono sostanzialmente in linea con quelle che le autorità di regolamentazione e i gruppi di pressione bancari hanno cercato. Lo scorso agosto, il Financial Stability Board, un gruppo che comprende le principali autorità di regolamentazione, ha detto che gli operatori non devono condividere le informazioni con gli altri circa il commercio di posizioni oltre a quelle necessarie per una transazione.

Il nuovo documento sostituisce il codice di due pagine più generale pubblicato dai comitati nel 2013. Esso lascia ancora qualche margine di manovra in quanto le regole possono essere applicate in ogni paese, ma le stesse norme sono molto più dettagliate e si concentrano in maniera particolare sul comportamento degli operatori nei mercati dei cambi.

Sono intanto in corso delle indagini sugli scambi di moneta per capire in che maniera sono stati fatti i comportamenti nel passato da parte delle banche: negli Stati Uniti il Dipartimento di Giustizia dovrebbe raggiungere degli accordi con diverse banche nei prossimi mesi. Ancora più sicurezza si avvicina al mercato delle valute.

Autore: Guglielmi Franco

Mi preoccupo di tenervi aggiornati sulle ultime notizie dal mondo del Forex in tempo reale, con approfondimenti sulle migliori notizie in campo economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *