Esenzione canone Rai: mancano 6 giorni per fare domanda

Mancano solo 6 giorni per poter presentare la dichiarazione sostitutiva per non pagare il canone Rai 2016 nel caso in cui non si abbia nessun apparecchio TV. Inizialmente fissata per il 30 aprile, la scadenza è stata poi portata al 16 maggio per tutti coloro che presenteranno un modello cartaceo.

E’ da ricordare che il canone, per il 2016, ammonta a 100 € da pagare una volta in un anno, e bisogna farne fronte per famiglia anagrafica: questo significa che se una famiglia ha due case, e anche se in una di esse vive un figlio, ad esempio (dunque legato da vincolo di parentela), non bisogna pagare due volte il canone.

Oltre a questo, è da far presente che l’esenzione dal canone Rai può essere “goduta” solo da parte di coloro che non hanno una TV, ma neanche uno smartphone, un tablet o comunque un qualunque altro apparecchio che sia capace di ricevere il segnale Rai.

L’autocertificazione deve essere presentata anche dagli intestatari di una qualunque utenza elettrica residenziale se in tali case manca una TV, oltre che tutti coloro che sono intestatari di una utenza elettrica residenziale se nelle case non c’è nessun’altra TV oltre quella per la quale è stata fatta domanda di cessazione dell’abbonamento Rai a causa di suggellamento (ovvero l’applicazione dei sigilli alla televisione).

Bisogna presentare dichiarazione anche se ci sono due persone che appartenengono alla stessa famiglia ma hanno intestate delle utenze diverse. In questo caso ci si riferisce a quando un altro componente della famiglia ha intestata l’utenza di fornitura dell’energia elettrica residenziale sulla quale il costo del canone sarà addebitato.

Il canone non deve essere pagato, in quanto esenti, da tutti coloro che hanno oltre 75 anni di età ed un reddito inferiore a 6.713,98 € all’anno.

Concludiamo con l’indirizzo dove presentare domanda cartacea di esenzione del canone Rai: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1 S.A.T. – Sportello abbonamento tv – casella postale 22 – 10121 Torino .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *