Dow in fase di consolidamento, oro e argento stabili

AZIONI

Il Dow (16808) sta consolidando per il momento e può essere variato per qualche tempo con tendenza al ribasso a breve termine a meno che non si veda una rottura sopra 16.900-17.000. Il Dax (9920) ha trovato il sostegno della trendline e si è ripreso, ma abbiamo bisogno di vedere se questo aumento tiene. Un eventuale aumento di 10300-400 può essere previsto fino a che si trova sopra 9800-700.

Il Nikkei (15.039,05) è in aumento, ma si troverebbe ad affrontare la prossima resistenza vicino a 15200 da dove può ancora cadere verso il supporto a 14.700-14.650. Tuttavia, una rottura sopra 15250 può portarlo più in alto.

Il Nifty (7631) ha visto un aumento di ieri da 7.470. È un nuovo aumento dopo la recente correzione? Dobbiamo aspettare e vedere per un paio di sedute.

COMMODITIES

Oro (1.269,55) e argento (19,706) sono stabili. Una rottura sopra 19.80 per l’argento (se vista) lo porterebbe più in alto a 20-20,5 mentre l’oro si è staccato dalla resistenza cruciale nei pressi di 1288 e può riprendere il trend ribassista di lungo periodo. Il rapporto oro-argento (64.38) si è mosso verso il basso ed estende la caduta sotto 65, potendo colpire i livelli di 64-63,80. Il rame (3,0665) è in aumento e può finalmente indirizzare a 3,10-3,15 nelle prossime settimane mentre si trova sopra 3.07 all’interno di una generale tendenza a lungo termine verso il basso. Il Nymex WTI (106.70) è stabile ma può dirigersi verso 107-108 nel breve termine mentre il Brent (113,30) si è spostato sopra 112 e può muoversi verso l’alto verso 115, con alcune correzioni verso 112-111. A lungo termine rimane rialzista.

FOREX

L’euro (1,3547) rimane in una tendenza ribassista generale in quanto è in una grave posizione contro il dollaro, ma ha anche un sostegno a lungo termine. La sterlina (1,6963) ha visto un massimo di 1,7010 oggi, incontrando il nostro obiettivo rialzista di lunga data. Buon supporto a 1,68. Il rapporto Dollaro-Yen (102,21) è in ripresa da un calo a 101,60 la settimana scorsa. Noi vediamo che può variare tra 101,50-102,75 per i prossimi giorni.

TASSI DI INTERESSE

La riunione del FOMC di oggi è importante. L’aumento di ieri del CPI ha portato ad aumentare i rendimenti obbligazionari in tutta la curva, con il prezzo di mercato in rialzo entro la metà del 2015. Ora bisognerà aspettare la FED per valutare le prospettive che la banca centrale stessa ha per l’economia degli Stati Uniti (soprattutto dopo la revisione al ribasso del FMI in termini di previsione di crescita).

In India, i valori dei titoli a 10 anni (8,60%) sono in un trend al ribasso da 9.10% con resistenza decente a 8,70%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *