Il dollaro australiano in calo dopo i dati del commercio

In una sessione altrimenti tranquilla, il dollaro australiano è stato ancora una volta il più grande motore tra le valute sviluppate, passando da un massimo di 9 mesi ad oltre 95 centesimi a 0,9456. Il motivo sono le cifre del commercio peggiori del previsto per maggio, come il deficit del paese si è attestato a 1,9 miliardi di dollari australiani, invece dei 120 milioni previsti dagli economisti. La ragione per i numeri peggiori del previsto è stato un calo del 5% delle esportazioni, come i prezzi di alcune materie prime chiave per l’esportazione, come il ferro, che sono stati inferiori.

[adrotate banner=’57’]

Parlando di valute delle materie prime, il dollaro della Nuova Zelanda è sceso a 0,8757 dopo essere arrivato molto vicino al suo massimo di 3 anni intorno a 0.88, dopo che i prezzi del latte in polvere, principale esportazione del paese, sono scesi vertiginosamente. La propensione al rischio era forte dopo che l’indice del mercato azionario statunitense, l’S & P 500, ha segnato un altro massimo di tutti i tempi, ai massimi da 5 anni e mezzo. Anche se il dollaro è riuscito ad avere un leggero aumento a 1,3670 contro l’euro e a 101,56 contro lo yen, il mercato è stato cauto nel guidare il greenback troppo in alto dal perdere la chiave di sblocco nel giorno precedente dagli Stati Uniti, il PMI manifatturiero. Questo è un dato inferiore alle aspettative e leggermente inferiore al livello del mese precedente, anche se saldamente al territorio di espansione superiore a 50, a 55,3.

Uno dei momenti salienti della giornata in anticipo per il dollaro sarà il discorso da presidente della Fed Janet Yellen presso il Fondo Monetario Internazionale a Washington. Il discorso della Yellen sarà esaminato attentamente in caso si decida di mettere a punto alcuni dei messaggi contrastanti dei presidenti regionali della Fed. Sembra che ci sia un certo disaccordo o dibattito in seno al comitato per la definizione della politica per quanto riguarda la probabile tempistica di quando i tassi di interesse dovrebbero iniziare a salire.

[adrotate banner=’57’]

Autore: XM Daily Market Analysis

XM è conosciuto per dare accesso al mercato ed esecuzione ai servizi su più di 100 strumenti finanziari, compresi forex, metalli, energie, materie prime e indici azionari. È possibile accedere ai servizi attraverso piattaforme sia online, compresi MetaTrader e Web Trader, che per dispositivi portatili così da poter fare trading ovunque, 24 ore al giorno, cinque giorni a settimana. In un mercato finanziario nonstop in cui i cambiamenti avvengono in pratica ogni secondo, le opportunità sorgono alla stessa velocità. Indipendentemente dallo stile di trading adottato, XM ti offre gli strumenti necessari per portare il tuo modo di fare trading al prossimo livello, e approfittare appieno del mercato Forex. Tutto ciò con l’assicurazione di fare trading con professionisti del mercato dedicati ad offrire prezzi giusti e trasparenti e un’esecuzione di qualità. XM è un regolare broker autorizzato presso la Consob con numero 3046 e adotta le misure di protezione dell’investitore descritte dalla Markets of Financial Instruments Directive (MiFID).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *