Il dollaro australiano fa marcia indietro dopo i numeri dell’inflazione

Le valute sono state cambiate durante il commercio asiatico di oggi, con il dollaro che si è tirato indietro leggermente contro lo yen a 102,55 e l’euro che ha guadagnato un po’ contro il biglietto verde a 1,3816. In Cina, la notizia è che l’HSBC Markit Flash Manufacturing PMI è salito a 48,3 in aprile rispetto a 48,0 a marzo. Questa è una buona notizia, da un lato, poiché rappresenta un miglioramento. D’altra parte, l’indice è rimasto ad un livello inferiore a 50 per il quarto mese consecutivo, indicando un rallentamento complessivo nella fabbricazione cinese.

[adrotate banner=’57’]

Il numero di PMI migliorato dalla Cina ha fatto poco per aiutare il dollaro australiano ed evitare che lo stesso cadesse, che è sceso in maniera dura dopo i dati sull’inflazione australiani più deboli del previsto per il primo trimestre. Questo permette alla Reserve Bank of Australia di avere una maggiore flessibilità in merito a quando alzare i tassi dal livello attuale di 2,50 %. L’aussie è sceso sotto il segno di 0,93 nei confronti del dollaro, arrivando allo 0,9 % durante la seduta da 0,9281. Questo ha rappresentato una battuta d’arresto importante per l’aussie dopo il massimo del 10 aprile di 5 mesi contro il dollaro a 0,9461. Anche dopo questa battuta d’arresto, l’aussie è aumentato del 4,1 % contro il dollaro USA su base annua e, insieme con il kiwi ( +4,8 %), sono le due major più performanti del 2014.

La sterlina regge bene

La sterlina è relativamente forte rispetto al dollaro statunitense a 1,6824 e l’euro è vicino ad una discesa attraverso l’importante livello di 0,82 contro la sterlina, ora a 0,8211, dopole acquisizioni favorevoli di alcune società estere che hanno acquistato beni posseduti da imprese del Regno Unito. I verbali dell’ultima riunione della Banca d’Inghilterra nel corso della giornata sono stati tanto attesi relativamente ad un futuro dibattito sui tassi di interesse più elevati.

Guardando al futuro, l’attenzione sarà focalizzata sulla zona euro e sul Markit PMI per i servizi e il manifatturiero. Sarà un dato particolarmente interessante per vedere se l’economia francese di marzo è rimbalzata in territorio di espansione o meno.

[adrotate banner=’57’]

Autore: XM Daily Market Analysis

XM è conosciuto per dare accesso al mercato ed esecuzione ai servizi su più di 100 strumenti finanziari, compresi forex, metalli, energie, materie prime e indici azionari. È possibile accedere ai servizi attraverso piattaforme sia online, compresi MetaTrader e Web Trader, che per dispositivi portatili così da poter fare trading ovunque, 24 ore al giorno, cinque giorni a settimana. In un mercato finanziario nonstop in cui i cambiamenti avvengono in pratica ogni secondo, le opportunità sorgono alla stessa velocità. Indipendentemente dallo stile di trading adottato, XM ti offre gli strumenti necessari per portare il tuo modo di fare trading al prossimo livello, e approfittare appieno del mercato Forex. Tutto ciò con l’assicurazione di fare trading con professionisti del mercato dedicati ad offrire prezzi giusti e trasparenti e un’esecuzione di qualità. XM è un regolare broker autorizzato presso la Consob con numero 3046 e adotta le misure di protezione dell’investitore descritte dalla Markets of Financial Instruments Directive (MiFID).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *