C’è ancora tanta strada al rialzo per l’euro

Dopo il dato sull’inflazione del 28 febbraio, l’euro attendeva solo la conferma, oramai scontata, di un nulla di fatto da parte della BCE per superare la doppia resistenza in zona 1.38. Indicazioni al rialzo per la nostra moneta arrivano anche dal cambio USDCHF. Scivola lo yen contro il dollaro e l’euro. L’oro resta dentro la resistenza dei 1355 dollari.

Autore: Renato Decarolis

Vive attualmente in Puglia, sposato con due figli. Dopo aver conseguito la laurea in scienze politiche nel novembre del 2000, si trasferisce a Milano, dove comincia la sua professione di trader con lo scalping sui covered warrants Inizia poi ad operare su altri mercati: azionario, derivati e dal 2007 segue con una particolare attenzione il mondo del Forex. La sua notorietà diventa internazionale nel momento in cui raggiunge i primi posti nelle classifiche mondiali dei siti Collective2.com e soprattutto Zulutrade.com, con il quarto posto assoluto su oltre 20 mila sistemi provenienti da ogni parte del mondo, il primo italiano a raggiungere questo risultato. Le sue analisi sui mercati sono pubblicate sui maggiori siti internet di informazione finanziaria a livello nazionale. Relatore in tavole rotonde in Italia ed all'estero, recentemente è stato invitato al prestigioso evento organizzato ogni anno a Rimini, l'International Trading Forum. Tiene regolarmente dei webinars su vari temi collegati al trading ed organizza dei corsi individuali e di gruppo. Il suo profilo su Twitter è seguito quotidianamente da oltre 800 persone da tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *