Pips e lotti, tutto quello che c’è da sapere

Anche se le quote del mercato dei cambi hanno molte caratteristiche in comune con altre opzioni di investimento, esse si differenziano molto per quanto riguarda la meccanica utilizzata per le operazioni. Due degli aspetti più particolari riguardano pips e lotti. Capire cosa significano questi termini e come utilizzarli correttamente permetterà di massimizzare i profitti nel mercato valutario.

Pips e Lotti sono due termini che probabilmente la maggior parte dei nuovi investitori non comprendono pienamente. Semplicemente, entrambi i termini sono usati come unità di misura per operare nel forex e aiutano a definire che tipo di benefici ci si aspettano dall’investimento fatto.

Un pip è la misura più piccola del movimento nel valore di una moneta e determina il profitto di una determinata operazione. Il valore del pip può variare, quindi è sempre una buona idea capire come esso viene definito dal broker che si utilizza per operare.

La maggior parte dei più grandi broker offre delle quotazioni con “pip pieno”, anche se alcuni potrebbero offrire dei pips frazionati. Questi pips rappresentano un ancor più piccolo aumento o diminuzione del valore di una moneta. Ad esempio, se si sta operando sulla coppia di valute USD / JPY (dollaro / yen), ogni movimento di pip equivale a 1 centesimo di valore. Altre coppie di valute, come GBP / USD (Euro / Dollari) utilizzano un valore di 0,0001 per definire il pip e il movimento del valore monetario dovrà essere aumentato per generare un vantaggio equiparabile.

Per i nuovi operatori è più facile calcolare il successo delle proprie strategie di trading basandosi sui guadagni in pips. Questo permette di avere una chiara indicazione di come operare al meglio prendendo in considerazione un dato unico e comparabile.

Un lotto, invece, è definito come il più piccolo gruppo di valore per una coppia di valute. Questo valore varia con la coppia di valute con cui si sta operando e con il broker che si sta utilizzando. Per esempio, molti broker impostano il valore minimo di un’operazione a 100.000 dollari (1 lotto). Ciò significa che in qualsiasi momento si voglia operare con questa valuta, l’investimento più basso che si può fare è 100.000 dollari.

Negli ultimi anni, i broker hanno stabilito dei lotti più flessibili per gli operatori più piccoli riducendo i requisiti minimi necessari. Si parla così di Mini lotti e di Micro lotti, strumento che permettono di investire con un importo iniziale più basso e con meno capitale di un lotto normale.

Come diversificare gli investimenti

Come faccio a creare un portafoglio adeguato?

La scelta di un prodotto finanziario deve avvenire non solo in base alle proprie preferenze. In primo luogo, un investitore prenderà la sua decisione in base alla sua tolleranza al rischio e al rendimento. Dal punto di vista fiscale, il reddito totale è un approccio utile per scegliere il giusto investimento.

Nel decidere quale prodotto finanziario sia meglio per un investitore, il commerciante dovrà ripetutamente rispondere alle domande fondamentali di sicurezza, rendimento e liquidità. Ma la responsabilità morale è sempre più importante da sondare.

Questi quattro responsabili sono stati studiati dagli economisti moderni e sono stati messi in pratica per impostare un modello interessante che possa permettere a tutti di operare. La conoscenza che è stata acquisita dal modello indica anche i quattro obiettivi di un investimento finanziario: la sicurezza, il rendimento, la liquidità e la responsabilità. Sono quattro obiettivi in netta concorrenza tra di loro.

Ad esempio, gli investitori che danno grande importanza alla sicurezza di un prodotto devono aspettarsi dei rendimenti più bassi.

Per assicurarsi degli investimenti che siano in grado di non ridurre i rendimenti attesi, il fondatore della moderna teoria del portafoglio, Harry Markowitz, raccomanda la strategia di diversificazione. Con un’attenta selezione dei prodotti finanziari i rischi di ciascun investimento si mettono da parte e non si accumulano. Utilizzando i giusti fattori di rischio-rendimento, un portafoglio equilibratoè importante.

Per ottimizzare le proprie decisioni di investimento è ragionevole che l’investitore consideri non solo i singoli prodotti, ma riconosca il sistema nel suo complesso.

Uno dei deficit chiari ed irreversibili di un portafoglio diversificato è un rendimento relativamente più basso. Finché il professionista varia il investimento, riceverà più o meno dei risultati non massimali.

Il portafoglio specializzato è una valida alternativa?

Per avere un rendimento elevato molti investitori limitano gli scambi commerciali solo dei prodotti con massimi rendimenti. L’accento è posto su 5-8 prodotti. Questa strategia aumenta il rendimento, ma ovviamente fa incrementare anche il rischio. Bisogna però saper scegliere, perché investire in valuta estera permette di operare in maniera ottimale, con buoni rendimenti e, se si sa come operare, anche minimizzando i rischi.

Uno dei limiti di un portafoglio specializzato è l’incertezza sul contributo finanziario e il rischio di perdita di denaro.

La diversificazione mirata si presenta dunque come una buona soluzione, che si trova a metà strada tra un portafoglio largo e uno stretto, forse la scelta migliore da fare in assoluto.

I concetti di base del forex, da conoscere prima di investire

Prima di avventurarsi nel mercato forex è utile conoscere la terminologia che verrà utilizzata sul mercato. Andiamo pertanto a conoscere tutta una serie di termini fondamentali che possono aiutare il trader ad avere una migliore idea di base di questo mercato.

Cominciamo con gli strumenti che sono negoziati nei mercati forex. Le valute sono scambiate in coppie, così lo strumento sarà sempre una doppia denominazione. La ragione di questo è semplice; la base del commercio forex è quello di scambiare una valuta per un’altra. Quindi, se la coppia è formata da Euro e dollaro americano e il trader prende una posizione lunga, sta acquistando Euro nella speranza che esso si possa apprezzare, mentre allo stesso tempo sta vendendo dollari. Le coppie più ampiamente scambiate sono la euro / dollaro USA (indicato come EUR / USD), la coppia sterlina britannica e dollaro USA (indicata come GBP / USD), quella formata da dollaro australiano e dollaro USA (AUD / USD), USD e Yen Giapponese (USD / JPY), ed infine dollaro canadese e dollaro americano (USD / CAD). Queste coppie rappresentano oltre l’80% del volume totale degli scambi nel mercato forex. Il vantaggio del fare negoziazione di queste coppie di valute è che sono molto liquide e consentono all’investitore di convertire il proprio portafoglio di denaro molto rapidamente per realizzare un profitto.

In ogni coppia, la prima valuta è chiamata valuta di base. La seconda è invece chiamata valuta di quotazione e il prezzo della coppia viene registrato in termini di unità di valuta di quotazione necessaria per acquistare una unità della valuta di base. Pertanto, assumendo che il prezzo della coppia GBP / USD è di 1,5, questo implica che 1,5 USD compreranno 1 GBP.

Ogni coppia è citata in termini di spread tra domanda e offerta. Il prezzo dell’offerta indica il tasso al quale è possibile comprare la valuta, mentre il prezzo della domanda è il valore al quale si può vendere una valuta. Il prezzo dell’offerta sarà sempre inferiore al prezzo della domanda e la differenza è nota come “spread”.

Ogni punto di prezzo è noto come “pip“, noto anche come il più piccolo cambiamento incrementale di una coppia di valute. Ad esempio, una variazione del prezzo della coppia USD / GBP da 1,532 a 1,542 è un cambiamento di 10 pips.

Il margine di negoziazione una percentuale dell’importo totale che si può investire. Nello specifico, si tratta della somma di denaro che è si investe, il restante importo è fornito dal broker. Questa quantità può variare da 1% a 0,25%, il che significa una leva di 100:1 o di 400:1. Il più delle volte, i broker forex offriranno una leva compresa tra 100:1 e 200:1.

Opzioni binarie ed investimento, ecco perché

Le opzioni binarie sono la miglior scelta per investire denaro fatta dai trader negli ultimi anni. Le opzioni binarie, come indica il nome, permettono di avere un investimento con due possibili risultati: vittoria o sconfitta. Nel caso in cui il trader vinca, egli si trova ‘in the money’, mentre nel caso in cui egli perda, si trova ‘out of the money’. A differenza di altre tipologie di trading, le opzioni binarie hanno una quantità minima di rischio in virtù del fatto che non ci sono algoritmi complessi o complesse metodologie da imparare per poter fare trading.

Molti broker permettono ai trader di investire denaro a partire da minimi di piccole dimensioni, come ad esempio 100 euro. Tali conti sono ottimi per iniziare a capire questo mondo nel quale, una volta che ci si è perfezionati, si possono realizzare delle quantità enormi di denaro in tempi rapidi investendo, a scelta, in azioni, indici, coppie di valute e materie prime. Per lo stesso motivo di cui sopra, ci sono idealmente due tipi di opzioni binarie, ovvero tutto o nulla. Nel primo caso si guadagna tutta la somma prevista, mentre nel secondo caso non si guadagna nulla.

Le opzioni binarie, note anche come opzioni digitali, sono state introdotte nel 1977. Con l’evoluzione tecnologica un certo numero di siti web e di piattaforme online hanno iniziato a diffondere questo modo di investire denaro e hanno contribuito a rendere le opzioni binarie sempre più famose e usate come strumento di investimento.

Per poter investire con successo nel mercato ci sono, per i principianti, una serie di operazioni da fare, come ad esempio quelle di conoscere le basi del mercato e dell’investimento prima ancora di iniziare ad investire con le opzioni binarie, chi sono i principali operatori del mercato, come poter prevedere l’andamento futuro del prezzo e tanto altro ancora.

Opzioni binarie, come investire con successo

Come scegliere il miglior sistema di trading per investire nel mercato delle opzioni binarie? Le opzioni binarie sono un settore in cui si possono ottenere diversi vantaggi dal momento in cui si cerca un modo per investire denaro. Per prima cosa, non è necessario spendere una grande somma di denaro per poter iniziare ad investire. Si ha inoltre anche il vantaggio di poter essere in grado di ottenere dei rendimenti sugli investimenti che possono arrivare anche fino al 500%, con un guadagno minimo del 60% circa.

La maggior parte dei broker online offrono un pagamaento fisso tra le varie soluzioni. Un altro vantaggio delle opzioni binarie è che si può scambiare in azioni, in commodities, in coppie di valute ed in indici azionari. Si tratta di un ottimo modo per poter diversificare il proprio portafoglio.

Quanto si può guadagnare con le opzioni binarie? Per una operazione normale, con payout classico, il guadagno va solitamente dal 60% al 70% di quanto investito. Nel caso in cui si perda denaro (ovvero si finisca “out of the money”) si ha in ogni caso il vantaggio di poter avere un rimborso sulla perdita pari al 15% , il che significa una perdita totale del 85% del capitale investito. Tuttavia, la probabilità di ottenere un profitto del 60% al 70% in opposizione ad una perdita del 85% è una cosa che permette di valutare il mercato delle opzioni binarie come realmente interessante per tutti.

Per poter iniziare ad entrare in questo mercato e per poter investire al meglio, occorre usare una delle tante piattaforme di trading gratuite che sono state sviluppate.

Un sistema semplificato per poter investire on line con le opzioni binarie consiste nel creare una modalità di investimento che si basa sull’analisi dei dati storici, dopo avere ottenuto le informazioni sulle tendenze del mercato. È possibile, in questa maniera, automatizzare praticamente ciascun sistema di trading nel mercato delle opzioni binarie.

Guida Forex per i principianti

Il forex è un mercato in cui, tutti i giorni, si presentano delle novità e delle opportunità per il trader. Per chi fosse completamente digiuno del mercato delle valute, deve sapere che ci sono più di 60 coppie di valute disponibili, tra cui optare. Essendo nuovo del forex, la cosa importante è provare a concentrarsi solo su alcune principali coppie di valute, come ad esempio dollaro USA USD, Euro EUR, yen giapponese JPY, sterline inglese GBP e franco svizzero CHF. Alcuni dei fattori più significativi che influenzano il mercato delle valute sono i tassi di interesse, i tassi di crescita economica, i tassi di inflazione e il prezzo del greggio, ad esempio.

Facciamo inoltre l’esempio attuale della crisi nella zona euro. Quando una zona economica o un paese delle stessa è in crisi e presenta dei dati economici peggiori delle attese, allora la tendenza è il calo della valuta di riferimento. Ipotizziamo invece che il Giappone ha intenzione di alzare i tassi di interesse. In questo caso la tendenza del mercato è quella di un rafforzamento della valuta giapponese contro le altre. Ecco che, quando si a sviluppare una strategia di trading operativo sul mercato delle valute, bisogna considerare necessariamente queste tendenze del mercato stesso.

Un’altra tappa importante che bisogna prendere in considerazione nella strategia Forex che si usa è quella di determinare come lo sviluppo della stessa sarà basato su dei segnali chiave e / o tecnici. Si parla nello specifico di analisi fondamentale e di analisi tecnica, dunque diversi aspetti della stessa medaglia: la previsione dell’andamento delle valute forex. L’analisi fondamentale si basa sui dati economici e sulla loro influenza nel mercato, mentre l’analisi tecnica si basa sui grafici.

Infine, parliamo del singolo rapporto di cambio, andando a dire che la prima valuta indicata è nota come “valuta di base”, mentre la seconda valuta è la “valuta contatore”.

Opzioni binarie, ecco come investire

Le opzioni binarie sono degli investimenti molto semplici che si possono fare, che hanno un determinato rischio e un certo payoff. Il rischio è limitato alla quantità di denaro che si investe sul mercato. Il payoff è indicato in maniera chiara prima di aprire una posizione e se si prevede con correttezza la direzione del movimento delle opzioni binarie si guadagna un certo importo fissato. Dato che ci sono solo due possibilità, ovvero guadagno o perdita di denaro, da qui arriva l’origine del nome “opzioni binarie”.

Ecco che investire nel mercato delle opzioni binarie è una cosa decisamente semplice, con il ritorno economico indicato chiaramente prima ancora di investire nel mercato.

A seconda della direzione che si prevede possa assumere il prezzo dell’asset, si parla di opzione binaria put o call. Nel primo caso si prevede che il prezzo scenderà, mentre nel secondo caso si prevede che il prezzo salirà. Il prezzo è stabilito dal singolo broker, così come i rendimenti offerti, e spetta al trader decidere se prendere parte al commercio o meno.

Cose chiave da sapere sul trading in opzioni binarie. Prima di investire con successo nel mercato delle opzioni binarie ci sono alcune cose importanti che si dovrebbe sempre tenere a mente.

Per prima cosa occorre sapere che il rischio di trading è limitato all’importo che si investe, con un commercio minimo di 10 dollari o meno. Alcuni broker danno al trader una certa somma di denaro anche se essi hanno perso, in maniera da rendere il trading ancora più conveniente.

Chiunque può fare trading ne mercato delle opzioni binarie, basta solo capire in che direzione il mercato potrebbe muoversi nel futuro. Tuttavia, per poter guadagnare denaro a lungo termine è necessario sviluppare un metodo o una strategia che possa funzionare. Bisogna costantemente sviluppare le proprie capacità di trading con l’obiettivo di guadagnare di più rispetto a quanto si perde. Dato che nel trading in opzioni binarie vi è sempre un certo grado di rischio, è normale che si possa a volte perdere del denaro, ma nonostante questo non bisogna dimenticare che si può sempre guadagnare.

Conosciamo meglio le opzioni binarie, parte 2

Abbiamo parlato nello scorso articolo delle opzioni binarie e abbiamo detto che ci sono diversi vantaggi nell’investire in questo mercato, oltre a considerare il fatto che tutti possono farlo con successo, dagli esperti fino ai principianti. Vediamo dunque i principali punti di forza per i quali bisognerebbe scegliere questo mercato.

Per prima cosa si parla di un elevato ritorno economico, dato che in genere le opzioni binarie permettono di guadagnare dal 70% all’80% o più, in appena 15 minuti. Sono inoltre un investimento che non richiede anni per poter maturare. Mentre le opzioni tradizionali possono scadere a distanza di mesi o anni, la maggior parte delle opzioni binarie scadono entro 1 ora o al massimo entro 1 settimana. Questo significa che un investitore può guadagnare tra il 170% e il 180% o più, su un singolo investimento, anche in pochissimo tempo. Ovviamente, maggiore sarà il potenziale guadagno e maggiore sarà anche il rischio che si corre. Nonostante questo, se la strategia utilizzata è buona, una tendenza di mercato può continuare ad essere utilizzata più e più volte fino a quando essa rimane “in piedi”, consentendo all’investitore di raddoppiare i propri investimenti ogni ora.

D’altra parte, se un investitore vuole affinare la propria strategia e scegliere un’altra opzione o cambiare direzione per i suoi investimenti, ci sono delle opzioni binarie che scadono anche con tempistiche minori di 1 ora e che, nel caso di perdita di denaro, permettono di avere un rimborso anche fino al 15% di quello che si è investito, cosa adatta per ridurre al minimo il rischio.

Il mercato delle opzioni binarie è anche estremamente accessibile alle persone che vogliono investire piccole somme di denaro. Con questo mercato, infatti, un investitore può seguire un trend di mercato e quasi raddoppiare il suo investimento, ottenendo enormi profitti, anche partendo da poco. Diversificando con cautela i modi in cui i profitti sono generati, essi possono essere sostenuti e contribuire a costruire una protezione contro le perdite.

Perché investire in opzioni binarie, i vantaggi

Quando si parla di opzioni binarie è normale pensare, per prima cosa, al “se” questo mercato potrebbe essere conveniente per le proprie necessità. Vediamo dunque quali sono i vantaggi e le potenzialità di questo tipo di investimento. In sostanza, ci si chiede il motivo per cui è conveniente investire in opzioni binarie.

Per prima cosa possiamo dire che quello delle opzioni è un mercato in cui tutti possono entrare, dato che è di facile accesso e con delle norme assolutamete facili da capire. Le principali possibilità di investimento, infatti, riguardano le opzioni “touch / don’t touch” e le opzioni “call e put”. Ovviamente, il mercato delle opzioni binarie presenta dei rischi, come tutti gli altri mercati finanziari (tra cui ad esempio quello delle azioni o quello delle valute forex), ma la differenza con essi è che le opzioni binarie, se investite per bene, consentono di controllare al massimo tali rischi.

E’ ovvio che questo mercato non è adatto a chi è alla ricerca solo di “denaro facile“, ovvero di diventare ricchi dall’oggi al domani. Le opzioni non sono così: puoi guadagnare denaro in maniera costante, è certo, ma occorre un impegno che sia altrettanto costante.

Se pensi di non sapere nulla di questo mercato, allora non preoccuparti, perché puoi facilmente iniziare a studiare le basi dello stesso in rete ed iniziare ad investire con un serio broker di opzioni binarie, partendo da un deposito minimo, che ti permetterà, tra le altre cose, di minimizzare i rischi. Uno dei principali vantaggi delle opzioni binarie è senza ombra di dubbio quello di poter operare su una serie di mercati molto grandi, non solo ad esempio quello delle monete, ma anche sulle materie prime, sulle azioni e sugli indici di borsa. In più, considerando che è un mercato in rapida crescita, è altamente consigliato.

Opzioni binarie e investimenti da casa

Le opzioni binarie sono uno degli investimenti migliori che si può fare da casa. Sono tante le ragioni che portano gli “investitori casalinghi” a optare per questo tipo di investimento piuttosto che per altri, come ad esempio le azioni.

Per prima cosa bisogna considerare la facilità con cui è possibile investire denaro in questo settore. Dato che si può fare tutto comodamente da casa, si ha il vantaggio di poter guadagnare da casa senza per questo essere costretti ad uscire, ad esempio. L’unica cosa fondamentale, che fa la differenza tra chi guadagna e chi, invece, perde denaro, è la scelta del broker con cui investire. Occorre che tale broker sia serio, iscritto magari ad un ente di controllo terzo, e che sia già stato testato con successo in passato da altri utenti, in maniera che possiamo trovarne in rete delle recensioni positive.

Tra gli altri vantaggi del poter investire da casa con le opzioni binarie sicuramente c’è anche quello che le opzioni binarie consentono di controllare i costi e le spese in maniera molto facile e veloce. Dal momento in cui si acquista una opzione binaria, si investe una certa somma di denaro, questa è una cosa nota. Ipotizziamo di aver investito 50 euro. Se la previsione circa la direzione del prezzo è stata sbagliata e dunque ci ritroviamo a perdere denaro, allora possiamo essere sicuri che l’unica somma che perderemo sarà quella investita, dunque i 50 euro di cui sopra.

Negli altri mercati, invece, non si ha questa sicurezza. In maniera particolare nel mercato delle azioni, dove si possono perdere delle somme di denaro teoricamente infinite, ma anche nel mercato del forex, dove la somma che si perde non è mai definita a priori ma dipende dal numero di pips perduti (cosa che comporta, di conseguenza, il dover applicare delle strategie di controllo dei costi che non occorre applicare nelle opzioni binarie).

Benefici chiave del trading in opzioni binarie

Fare trading nel mercato di opzioni binarie è una cosa che tutti possono fare e nella quale avere successo. Ci sono 7 diversi benefici chiave che mettono in evidenza come si tratti di un settore nel quale è possibile avere delle grandi remunerazioni e dei grandi benefici.

Per prima cosa possiamo dire che le opzioni binarie sono facili da “tradare”, nel senso che tutti possono investire in questo mercato, anche comodamente da casa.

Inoltre le opzioni binarie hanno un payout alto, ovvero una remunerazione sull’investimento molto interessante, che parte da un minimo del 60% e arriva anche al 500% ed oltre, a seconda della tipologia di opzione in cui si vuole investire.

In aggiunta a questo, ci sono i rischi controllati, che sono un ottimo vantaggio per chi ha poca esperienza di trading. Questo, tra le altre cose, significa anche non poter perdere, con una sola operazione, più di quello che si è investito.

La varietà di mercati in cui si può investire è il quarto vantaggio: azioni, indici azionari, valute forex e commodities sono tutti i mercati in cui si può investire con tali strumenti di trading.

La possibilità di investire con delle strategie adattabili alle varie situazioni è un ottimo vantaggio, il che permette di investire con maggiore sicurezza di guadagnare.

Per chi è novizio del trading, un grande vantaggio è sicuramente quello di poter investire anche con piccole somme di denaro. Solitamente, infatti, il versamento minimo che bisogna fare per iniziare a fare trading in opzioni binarie è di 100 euro.

L’ultimo vantaggio è quello legato al fatto che le opzioni binarie sono un mercato facile in cui poter iniziare. Basta infatti aprire un conto di trading, fare il primo versamento, collegarsi direttamente al sito web del broker (non ci sono programmi da scaricare) ed iniziare ad acquistare opzioni e fare i propri investimenti.

Come investire in opzioni binarie guadagnando denaro, parte 2

Fare trading con le opzioni binarie è una cosa semplice e facile da capire. Si tratta di un processo che solitamente viene fatto in tre fasi, che sono fondamentali per poter investire al meglio.

Il primo passaggio è quello di selezionare un asset. Si può fare una piccola ricerca prima di scegliere una particolare attività in cui investire. È possibile, ad esempio, utilizzare delle strategie sviluppate da operatori esperti, che prima di noi l’hanno messa in pratica. È possibile negoziare in titoli azionari, in opzioni, in valute forex e sulle merci, note anche come commodities, oltre che sui diversi mercati finanziari in tutto il mondo.

Il secondo passaggio è quello di selezionare la data di scadenza dell’opzione, ovvero la scadenza migliore per la propria strategia di trading. È possibile scegliere tra un giorno, una settimana o un mese, a seconda della propria preferenza.

Il terzo passaggio è quello di selezionare la direzione in cui il mercato si muoverà secondo le nostre previsioni. Bisogna determinare anche la quantità di denaro che si desidera utilizzare investendo con le opzioni binarie e, dunque, attendere la data di scadenza.

Se sei un principiante, è possibile iniziare ad investire una piccola somma di denaro, per operare in sicurezza. Una previsione accurata ti aiuterà a realizzare un profitto mentre, se si dovessero perdere dei soldi, allora le opzioni binarie ci permettono di controllare le perdite al massimo.

La prima cosa da fare per chi è principiante è quella di investire poco denaro, almeno per l’inizio, dato che si conosce poco il mercato e si rischia di più di non prevedere correttamente la direzione del mercato. Ricorda inoltre che le opzioni binarie permettono di realizzare dei grandi profitti ma, come per tutti i mercati, i rendimenti sono direttamente proporzionali ai rischi, dunque più si vuole guadagnare e più occorre rischiare.

Le opzioni binarie per i novizi

Le opzioni binarie sono una tipologia di investimento in cui ci sono solo due esiti possibili, ovvero guadagnare denaro oppure perderlo. La somma di denaro che si può guadagnare dipende anche dall’investimento che si fa, sia in termini di denaro investito che in termini di tipologia di asset acquistato. Ovviamente in nell’investimento che si fa, maggiore è la probabilità di guadagnare denaro e minore sarà il guadagno ottenuto, così come d’altra parte sarà più probabile investire con successo.

Le opzioni binarie sono un mercato in cui si può investire con entusiasmo e in cui anche chi investe da pochissimo tempo può avere l’occasione di guadagnare delle ottime somme di denaro. A seconda del tipo di investimento in cui si sceglie di “rischiare”, il periodo di vita dell’opzione stessa può andare da un minimo di 60 secondi fino ad un mese ed oltre. Non esiste, in questo caso, una scadenza perfetta per tutti, dato che molto dipende anche dalla strategia che si usa per investire.

Allo stesso modo non è possibile per tutti investire sullo stesso asset con lo stesso successo. Occorre sicuramente scegliere l’asset migliore per sé stessi, anche in base al mercato in cui si è già esperti di investimenti.

Uno dei grandi vantaggi legati al mondo delle opzioni binarie è quello di poter investire con successo anche se si è novizi, considerando ad esempio che la somma minima necessaria per poter aprire un conto di trading è di soli 100 euro circa (a seconda del broker con cui si sceglie di operare). La facilità nella procedura di negoziazione, inoltre, rendono questo strumento decisamente perfetto per tutti coloro che adorano investire e che vogliono farlo con successo.

I mercati delle opzioni binarie sono, inoltre, senza commissioni, nel senso che non bisogna pagare nulla sulla somma investita. Si parla, in questo caso, di zero commissioni.

Perché investire in opzioni binarie

Le opzioni binarie sono un mondo relativamnte nuovo per quanto riguarda gli investimenti che si possono fare. Tra i tanti vantaggi che si possono avere investendo in questo nuovo settore, ci sono sicuramente quelli di avere dei grandi rendimenti, oltre che dei rischi controllati.

Per quanto riguarda i rendimenti, sicuramente la prima cosa da considerare è che le opzioni binarie permettono di avere, su ogni posizione che si apre, un ritorno degli investimenti che è pari ad almeno il 60% di quanto investito. Ad esempio, se si acquista un’opzione binaria da 100 euro e si riesce a prevedere correttamente l’andamento del trend, il guadagno che si può avere è di 60 euro almeno, con picchi anche di 80. Tutto dipende dal tipo di opzione binarie che si acquista e dal broker, che decide tali ritorni sugli investimenti.

Per quanto riguarda invece i rischi controllati, da ogni opzione binaria si può perdere al massimo l’importo della stessa. Nell’esempio di prima, dove abbiamo acquistato un’opzione da 100 euro, nel caso in cui non si dovesse prevedere correttamente l’andamento del trend, la somma massima che si perderebbe sarebbero quei 100 euro. Questa è una cosa che va a lieve vantaggio delle opzioni binarie rispetto ad altre forme di investimento, nelle quali la somma che si perde (oltre che quela che si guadagna) dipende dall’ampiezza del movimento del trend.

Quando ci si trova di fronte all’opportunità di investire denaro, dunque, perché bisognerebbe scegliere le opzioni binarie? Sicuramente i vantaggi descritti prima sono fondamentali nella scelta, se a questo si aggiunge anche che gli asset che si possono acquistare sono tanti (valute, indici, commodities ed azioni), ecco come i vantaggi di investire in opzioni binarie sono ancora di più. Si tratta inoltre di un investimento che tutti possono fare, dai novizi fino agli esperti di altri mercati.

Investire e guadagnare con le opzioni binarie

In un contesto di mercato sempre più volatile, gli investitori che operano da casa, oltre che i professionisti della finanza, sono alla ricerca di nuove strategie per ridurre il rischio dei rendimenti e per investire sempre al meglio. La vecchia filosofia di investimento non è adatta alle esigenze della maggior parte degli investitori, dato che la volatilità del mercato ha costretto tutti ad avere dei nervi d’acciaio e ad adottare delle strategie più agili al fine di rimanere redditizi. Fortunatamente, le opzioni binarie offrono un’opportunità chiave per gli operatori esperti e per gli investitori che sanno approfittare delle oscillazioni naturali del mercato.

Poiché questo prodotto finanziario è relativamente nuovo, essendo stato approvato per la prima volta dalla Securities and Exchange Commission nel 2008, esistono delle straordinarie opportunità per chi vuole investire al meglio. Le opzioni binarie, ad esempio, sono una delle tipologie di opzioni più diffuse in assoluto e sono praticamente un investimento su un dato titolo sottostante. I trader che acquistano opzioni binarie call, stanno investendo sul fatto che il prezzo dell’assett sotostante si muoverà in salita, mentre coloro che acquistare delle opzioni binarie put investono sulla situazione opposta. E’ possibile acquistare delle opzioni binarie che abbiano, come titolo sottostante, una coppia di valute Forex, un’azione, un indice di una delle borse più famose del mondo oppure anche una commodity, come argento, oro o petrolio. A seconda del tipo di asset su cui si investe è possibile mettere in pratica una strategia piuttosto che un’altra.

Conosciute anche come opzioni “tutto o niente”, questo modo di investiment offre solo due possibili esiti: alla loro scadenza si è indovinato l’andamento previsto, oppure no. Nel primo il trader guadagna il ritorno economico legato all’opzione stessa, nel secondo caso no. Nel primo caso, inoltre, si è in the money, mentre nel secondo caso si è out of the money.

Tipologie di asset per le opzioni binarie

Abbiamo parlato nello scorso articolo della possibilità di fare diverse tipologie di investimenti nelle opzioni binarie. Uno dei modi più diffusi per poterlo fare, anche per la semplicità con cui è possibile investire,è sicuramente acquistare delle opzioni binarie sul Forex. Diversi broker oggi offrono le opzioni binarie su diverse coppie valutarie, tra cui le principali coppie di valute. Di solito le coppie di valute più comuni disponibili nei mercati delle opzioni binarie sono: USD-CAD, USD-JPY, USD-CHF, GBP-USD, EUR-USD, EUR-JPY, EUR-CHF, EUR-GBP e GBP-JPY.

Anche le commodities sono ampiamente negoziate come opzioni digitali, anche se la scelta è solitamente limitata a quelle merci che hanno i maggiori movimenti. La maggior parte dei trader trovano l’acquisto di contratti di opzione binarie sulle materie prime un po’ più difficile di quelle delle valute Forex, semplicemente perché ogni merce reagisce ad una propria serie di fondamentali. Per esempio, mentre il petrolio potrebbe reagire in maniera forte al prezzo del dollaro e alla domanda globale, l’oro potrebbe reagire in maniera diversa. I broker delle opzioni binarie hanno di solito una selezione limitata di prodotti di trading, ma generalmente includono petrolio, oro, argento e rame.

Le opzioni binarie sulle azioni possono essere acquistate sulla base di un certo numero di titoli di riferimento. Dato che i mercati azionari sono decisamente grandi in termini di azioni “tradate”, le piattaforme di opzioni binarie non le considerano tutte, ma solo quelle più famose in assoluto. La maggior parte delle piattaforme cerca infatti di ottenere almeno una manciata di azioni da ciascuno dei settori principali del mercato. Ad esempio, una comune selezione potrebbe includere le azioni di Apple, Coca Cola, JPMorgan Chase, Microsoft, McDonalds, Barclays e Johnson & Johnson.

Infine è possibile fare trading sugli indici. In questo caso tutti i maggiori indici globali sono considerati, come ad esempio il DAX e il CAC.

Investire in opzioni binarie

Le opzioni binarie sono una forma molto dinamica di trading che elimina via gran parte della complessità del commercio tradizionale al fine di consentire un controllo più rigoroso del rischio e degli alti e potenziali profitti. L’idea alla base delle opzioni binarie è che un trader acquista un contratto su un asset sottostante, cercando di prevedere se il valore di quel bene aumenta o diminuisce entro la data di scadenza del contratto. Solitamente i contratti di opzione scadono entro un’ora, ma ci sono anche opzioni che hanno una scadenza di 10 o di 2 minuti addirittura. Ecco dunque che si nota come il payout viene dato in maniera molto veloce.

A differenza di altri strumenti di investimento, in cui l’operatore in realtà acquista il bene stesso, le opzioni binarie sono semplicemente dei contratti che si basano su un’attività sottostante. La stessa attività non è effettivamente acquistata, il che ha una serie di vantaggi, uno dei quali è quello che le opzioni binarie possono utilizzare praticamente qualsiasi attività sottostante come base per i contratti stessi. Ciò significa che oggetti delle opzioni binarie possono essere tutti i principali mercati in cui solitamente si fa trading.

Forse il mercato più attivamente scambiato con le opzioni digitali è il mercato del Forex. Molte persone passano alle opzioni digitali dal Forex, anche perché si tratta di un passaggio molto facile che permette di continuare ad usare i beni sottostanti. Allo stesso tempo, il mercato del Forex è spesso più facile da capire rispetto ai mercati delle materie prime o ad altri mercati. Inoltre, c’è quasi sempre un grande cambiamento che si verifica in una valuta e nel suo prezzo, il che lo rende un investimento ideale per i contratti a breve termine.

Investire nel Forex con le opzioni binarie è dunque una delle cose più facili in assoluto, da provare.

Vantaggi dell’investire in opzioni binarie

Uno dei motivi che spingono le persone a fare trading con le opzioni binarie è il semplice fatto che non ci sono costi nascosti. Questo, alla fine, permette di avere un grande risparmio di denaro, al contrario di quello che avviene, ad esempio, nel mercato azionario, dove ci sono dei costi di commissione che occorre pagare per ogni operazione che si fa.

Ci sono molte persone che vgliono fare trading con le opzioni binarie online perché possono farlo da ogni postazione dove ci sia internet, anche in un bar, ad esempio. Inoltre, le piattaforme di trading sono disponibili anche per smartphone, dunque anche mentre si è in viaggio si potrebbero acquistare delle opzioni e trarne dei guadagni interessanti. Inoltre la possibilità di fare trading online permette di farlo direttamente da casa, senza dover uscire e praticamente 24 ore su 24.

Questi due vantaggi, uniti al fatto che le somme che si possono guadagnare acquistando la giusta opzione binarie sono decisamente alte, spingono sempre più persone a fare trading con le opzioni binarie.

Anche se hai investito in altri mercati in passato, come ad esempio nel Forex, potresti trovare profittevole farlo anche nel mercato delle opzioni binarie.

Le opzioni binarie sono il nuovo mercato del trading on-line, che permette a tutti di investire denaro partendo da una somma minima, ma con dei grandi guadagni.

Inoltre, si tratta di un modo di fare trading decisamente semplice, tutto quello che bisogna fare è capire bene in che maniera potrebbe muoversi il mercato e aprire una posizione di conseguenza.

L’ultima cosa da ricordare è che le opzioni binarie, così come tutti gli investimenti in generale, non sono un casinò online, per cui è necessario capire in che maniera gli asset sottostanti l’opzione stessa si possono muovere, tramite delle analisi di mercato, solo così sarà possibile investire al meglio.

Guida di base per il forex trading

Guadagnare soldi con il cambio delle valute è una cosa abbastanza facile, fino a quando non ci si complica troppo le cose. Se sei un principiante sei molto più tendente a complicare le cose rispetto a chi è già esperto, vediamo per questo motivo una semplice strategia di trading con cui chiunque può fare soldi.

1. Trova il trend giornaliero. Ogni volta che si fa trading, si dovrebbe andare in favore del trend giornaliero. Non importa quale timeframe si usa, se si utilizza un timeframe quotidiano o più piccolo, seguire il trend è una delle cose principali da fare e neanche così difficile.

Molti trader utilizzano una media mobile semplice per identificare il trend. Se il prezzo si trova al di sopra del valore della media mobile, allora la tendenza è al rialzo. Se invece il prezzo si trova sotto il valore della media mobile, allora la tendenza è al ribasso.

2. Usare le bande di Bollinger. Ora che si è individuato il trend giornaliero, bisogna guardare le bande di Bollinger. L’obiettivo è quello di cercare il momento in cui prezzo colpisce la banda estrema che va contro il trend giornaliero. Quando questo accade, significa che il mercato ha colpito un punto di minimo o di massimo e può invertirsi. A questo punto bisogna attendere che il prezzo chiuda lontano da questo punto, per poi chiudere la posizione.

3. Impostare stop loss e take profit. Lo stop loss dovrebbe naturalmente essere al di sotto del livello minimo o al di sopra del livello di prezzo massimo. Il take profit dovrebbe essere circa il doppio della quantità dello stop loss. Dato che si fa trading con le bande di Bollinger, si dispone di una zona naturale in cui prendere profitto. Molti trader si attendono che il prezzo possa colpire la fascia centrale per poi arrivare a toccare il punto di stop loss o il take profit.

Guida per costruire una strategia di trading, parte 2

La seconda fase importante nella costruzione di una strategia di trading è calcolare in maniera esatta l’uscita dal mercato. Dopo aver inserito una posizione, si dovrebbe già avere una strategia di uscita. La decisione dell’uscita da una posizione può includere delle variabili come la durata, ovvero se non voglio rimanere in una posizione per più di 2 giorni indipendentemente dal fatto se ci si trova in una posizione di guadagno o di sconfitta.

La propria strategia di uscita può anche essere il prezzo di base, ovvero la decisione di chiudere una posizione quando si raggiunge un certo valore di utile o di perdita. Ma si può usare anche una combinazione dei due criteri sopra menzionati. E’ possibile mettere in pratica anche altre strategie di uscita, comprese quelle che si basano sull’uso di indicatori tecnici e fondamentali, però la cosa importante da tenere a mente è che una strategia di uscita deve essere sempre considerata prima di entrare in una posizione.

Nel forex non è possibile mettere in pratica l’improvvisazione, l’obiettivo non è quello di inventare e reinventare costantemente il ruolo dei trader e le posizioni. Se l’obiettivo è quello di diventare un trader esperto nel mercato delle valute, è necessario fare un preciso piano operativo prima di entrare nel mercato e dedicarsi ad esso, attenendosi a quello che tale piano dice. In questa maniera si sarà sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di guadagno.

Quando si fa Forex è anche importante stabilire la giusta leva da usare. Le leva è senza dubbio una parte fondamentale di qualsiasi sistema di trading di successo. Sapere quanta leva utilizzare può fare la differenza tra il guadagno o la perdita. Il livello di leva finanziaria che si desidera utilizzare deve essere sempre predeterminato prima di entrare nella posizione, è fondamentale per sapere meglio cosa fare in ogni momento.