Il forex, un ottimo modo di investire denaro da casa

La leva è solo uno dei vantaggi di forex rispetto ad altri mercati finanziari. In confronto, la maggior parte dei mercati offrono una leva di 2:1, una cosa che nel forex sarebbe impensabile. Qui, infatti, le leve sono molto più alte ed arrivano anche a 200:1.

Il trading forex è molto simile al trading in azioni, con la differenza che invece che investire nel futuro di una società, si sta speculando sul futuro della salute economica dei vari paesi. I dati finanziari di un intero paese sono molto più difficili da manipolare rispetto a quelli di una società e i paesi tendono a fallire molto meno frequentemente.

Il Forex è un mercato che scambia tutto il giorno perché c’è sempre un mercato aperto da qualche parte nel mondo. Inoltre, questo mercato tende a prestarsi particolarmente bene all’analisi tecnica, un modo elegante per dire lettura del grafico, e permette di scambiare in entrambe le direzioni, assumendo posizioni lunghe o corte con relativa facilità.

Se possiamo offrire un consiglio a tutti coloro che vogliono fare trading nelle valute, il forex deve essere trattato come una qualunque impresa commerciale, come un business. Troppe persone lo vedono come un modo per “arricchirsi rapidamente” e si pongono delle aspettative irrealistiche che portano ad assumere posizioni di grandi dimensioni, che sono spesso devastanti quando il mercato fa qualcosa di diverso da quello che si era pensato.

Bisognerebbe porsi sempre delle aspettative realistiche e capire se si possono mantenere. Se un trader esperto nel mercato del forex può avere un incremento degli investimenti del 10% circa (questa è una percentuale realistica), perché ci si aspetta di poter raddoppiare i propri soldi nei primi mesi di trading?

Come ogni nuova attività che si svolge, è necessario investire tempo e denaro nell’educazione, dandosi tempo prim di avere successo e cercando di avere pazienza, di operare un passo alla volta per il successo finale. Bisogna sempre tenere presente che il forex, così come tutti i mercati finanziari globali, hanno molta concorrenza e che essa è feroce.

Sia che stiate progettando un cambiamento di carriera o che siate semplicemente alla ricerca di un reddito supplementare da poter avere, il forex può essere di aiuto. La cosa migliore da fare, da questo punto di vista, è quella della diversificazione del trading, in maniera da investire su alcune coppie di valute (non oltre due o tre, però) così da minimizzare i rischi e avere le massime occasioni di successo.

Capire la dinamica dei prezzi

Al fine di comprendere ciò che realmente muove i prezzi o i tassi di cambio sul mercato interbancario, dobbiamo prima capire che per ogni operazione che abbia luogo ci deve essere un acquirente e ci deve essere un venditore. Aprire una posizione nel forex può essere genericamente definita come la combinazione di tutti gli ordini.

Molti operatori impostano tali ordini al di sopra o al di sotto del prezzo corrente. Questi ordini vengono attivati solo quando il prezzo raggiunge il livello impostato. Ad esempio, diciamo che stiamo facendo trading sulla coppia di valute EUR / USD e che il prezzo di offerta corrente è a 1.2500. Abbiamo impostato un ordine con limite di vendita a 1,2501. Una volta che tutti gli ordini di vendita a 1,2500 hanno trovato degli acquirenti, il prezzo di offerta si muoverà fino al prossimo livello disponibile, che è 1,2501.

Una volta che i compratori entrano nel mercato anche a quel prezzo essi diventano la controparte al nostro commercio.

Un modo di vedere le cose è che ci sono essenzialmente due tipi di ordini: ordini limite e ordini di mercato. In realtà ci sono altri tipi di ordini, ma possono essere classificati come sottotipi di questi due.

Gli ordini limite sono impostati per essere attivati se e solo se viene raggiunto il prezzo stabilito, mentre gli ordini di mercato sono impostati per essere eseguiti al prezzo corrente di mercato. Questa è una distinzione molto importante perché è la spina dorsale della dinamica dei prezzi.

Va notato che l’unico rapporto tra bid e ask è che il prezzo chiesto, per sua definizione, non dovrebbe mai essere inferiore al prezzo di offerta. In ogni altro aspetto i due prezzi sono indipendenti, in modo che il differenziale tra i due varia a seconda di dove si muove il mercato.

Durante i periodi di bassa liquidità può non esserci nessuno interessato a comprare sopra 1.2450 e nessuno interessato a vendere sotto 1.2550, cosa che porta lo spread a 100 pips.

Questo tipo di situazione di solito accade quando ci sono delle informazioni importanti ed inaspettate nel mercato, come ad esempio una lettura di dati fuori strada. Lo spread non è un parametro che può essere impostato, ma è piuttosto il risultato della meccanica del mercato al livello di base. Infine, non dovrebbe essere una sorpresa che, anche se la tecnologia di oggi è estremamente veloce, ci sono ritardi tra l’inserimento degli ordini di mercato e la loro esecuzione (slippage).

Che cosa è il Social Trading?

Il trading sociale è un nuovo modo per fare trading  accedere ai mercati finanziari. Esso si basa sul concetto che la saggezza collettiva di migliaia di commercianti è meglio della saggezza di uno solo. Collegando i commercianti provenienti da tutto il mondo in una rete e condividendo le opinioni e le posizioni in tempo reale, gli investitori possono utilizzare queste informazioni per prendere decisioni di trading sociali piuttosto che basandosi sui dati fondamentali o tecnici.

Come commerciante, è possibile utilizzare queste informazioni “sociali” per prendere decisioni sulle posizioni da aprire, decidendo magari di seguire e copiare uno o più operatori.

Fare denaro con il social trading è possibile, ma bisogna fare attenzione al fatto che non tutto quello che va bene per un trader potrà andar bene anche per sé. Un fatto noto del forex è che solo un piccolo numero di commercianti hanno costantemente successo e le reti commerciali sociali permettono di provare a trovarli per investire il proprio denaro nella stessa maniera. Il rendimento che si ha, quindi, dipende si dalla direzione del mercato globale, ma la decisione di come entrare nel mercato viene presa solo ed esclusivamente sulla base del commerciante che si decide di seguire.

Le reti commerciali sociali danno modo di diventare famosi ed apprezzati condividendo in rete ciò che si fa. Migliori sono le posizioni che si aprono, migliore è il numero di trade chiusi con successo, più gente copierà la nostra strategia e più denaro si potrà fare. Tutto questo, fino a diventare un “guru”.

Chi è questa persona? Sostanzialmente si tratta di utenti che hanno investito ingenti somme di denaro in conti live e condividono le loro strategie.

Tra i vantaggi di fare trading con le piattaforme sociali vediamo la possibilità di prendere giudizi e consigli – da parte di altri trader – che sono onesti ed indipendenti. Inoltre, sempre i trader possono essere un’ottima guida per iniziare a fare trading ed imparare sempre di più ad investire.

Un altro vantaggio del trading sociale è legato al fatto che, se si studiano le mosse che i trader di maggior successo fanno, invece che limitarsi solo a copiarle, si riuscirà meglio a capire perché si sono mossi in una certa direzione.

Come ogni cosa, oltre che i potenziali benefici ci sono anche alcuni rischi. Chiunque considera l’idae di fare trading ed investire attraverso queste reti sociali dovrebbe avere un po’ di istruzione di base prima.

Consigli per un principiante che vuole imparare a fare forex

Ogni nuovo trader che investe nel Forex lo fa con un unico obiettivo in mente: fare profitti. La buona notizia è che un investitore può avere successo nel commercio del Forex e fare buoni profitti, alcuni addirittura possono raggiungere una certa libertà finanziaria. C’è ovviamente anche il rovescio della medaglio, ovvero che il conseguimento di profitti nel Forex non è una cosa così facile come può sembrare. Ogni trader principiante dovrebbe essere realistico circa le sue possibilità di guadagnare. Il percorso verso l’alto è un terreno difficile, dove il 90% dei principianti cade.

Nella ricerca di una carriera nel forex, bisogna essere cauti circa le promesse di guadagno sicure al 100% da parte di seducenti esperti. Non è semplice diventare un trader redditizio, a volte sono richiesti mesi o anni di esperienza. Tenete a mente e ricordate sempre queste parole.

Ci sono praticamente tonnellate di informazioni circa il modo migliore di fare trading, tantissimi consigli, sistemi e indicatori per poter investire al meglio nel mercato delle valute. Tante informazioni potrebbero mandare in “tilt” il cervello di un principiante. Meglio scegliere pochi e buoni consigli su come investire, affidandosi solo a poche ma efficaci fondi. Tra le conoscenze chiave da avere vediamo la gestione del denaro, l’analisi fondamentale e la capacità di leggere le linee di tendenza.

Nonostante le sfide, il Forex permette di guadagnare molto. Si consiglia di aprire un conto demo con qualsiasi broker e entrare nel mondo del trading virtuale, che diventerà la vostra base di apprendimento per i prossimi mesi.

Se siete nuovi al trading, attenzione prima di iniziare a correre nel commerciare con denaro reale. A meno che non ci si può permettere di perdere, bisogna avere un’esperienza di trading di almeno 3 mesi prima di pensare di investire denaro reale. Ci sono ampi dibattiti sul fatto che è meglio attenersi ad una piattaforma di trading demo piuttosto che aprire un piccolo conto live ai fini dell’apprendimento. La risposta è: dipende dalla propria situazione finanziaria. Se ci si può permettere di perdere il denaro che si investe, se volete sentire l’effetto del trading reale, allora questa è una straordinaria esperienza e si può certamente aprire un piccolo conto con un broker Forex. Se, invece, non ci si può permettere – o non si vuole – perdere neanche 100 o 200 euro, allora meglio rimanere con un conto demo.

Mantenere il sangue freddo e lasciarsi ispirare, continuare a studiare, a mantenere costante il processo di apprendimento che si fa, mettendo in pratica ogni giorno la propria esperienza.

Forex e CFD, le differenze tra questi due modi di investire

Forex e CFD sono due delle soluzioni di investimento che possono avere tutti coloro che decidono di “gettarsi” e rischiare un po’ del denaro messo da parte cercando di guadagnarne sempre di più. Forex e CFD consentono di speculare sul movimento dei prezzi delle valute, delle materie prime e degli indici, tutto da un unico account. I vantagggi sono che si possono commerciare una vasta gamma di classi di attività in dimensioni contrattuali flessibili e che si può commerciare long o short, lungo o corto, con un certo potenziale di profitto in entrambi i lati del mercato.

Per chi è poco avvezzo ai mercati di investimento, vediamo le principali differenze tra questi due modi di investimento.

Iniziando dalla gamma di mercati, i CFD offrono una gamma più ampia di possibilità perché consentono di investire in indici, azioni e valute forex, mentre il forex trading offre semplicemente lo scambio sulle monete. Potrebbe sembrare una cosa di poco conto, ma diversificare tra valute e CFD permette di ridurre i rischi dell’investimento al minimo possibile.

Andando a vedere delle differenze sulle piattaforme di Trading, chi investe in CFD ha di solito accesso ad una piattaforma di trading browser, che si può usare con ogni tipologia di computer. Per chi invece fa forex ci sono varie piattaforme tra cui poter scegliere, come una scaricabile e una basata sul browser. Anche uno stesso broker che offre entrambe le soluzioni, di solito limita l’accesso ai CFD sulla piattaforma browser mentre amplia le possibilità del forex con una doppia piattaforma.

Analizziamo ora le commissioni che si devono pagare per poter investre. Con i CFD azionari su ogni posizione si paga una piccola commissione, mentre per tutti gli altri mercati CFD si paga semplicemente uno spread, in maniera simile a quanto accade nel mercato del forex trading.

Un’ultima caratteristica riguarda gli stop loss garantiti, che molti broker mettono a disposizione solo ed esclusivamente per i CFD.

Perché invetire in CFD? Le motivazioni sono varie e cambiano da persona a persona, possiamo sicuramente dire che i CFD rappresentano un’interessante alternativa al semplice mercato delle valute, anche in considerazione del fatto che sono molti di più gli investimenti che si possono fare quando si considerano anche i CFD rispetto alle semplici valute forex.

Non è affatto difficile investire in CFD, tutto sta a capire esattamente come funzionano questi contratti e, dunque, a scegliere il migliore per le proprie necessità e caratteristiche.

Opzioni binarie vs. CFD

Un trader che spera di investire in azioni o in valute dovrebbe prendere in considerazione le differenze tra opzioni binarie e CFD. Conoscere le differenze che separano i due permetterà ad un trader di sapere quale opzione scegliere per cercare dei profitti.

Nel trading in opzioni binarie, il trader conosce perfettamente i potenziali profitti ed è spesso consapevole delle perdite potenziali in cui poter incorrere se il trading non dovesse riuscire. Nel trading binario, il rischio è sempre preimpostato e precalcolato, cosa che rappresenta un grande vantaggio per il trader stesso. Il trading in questo mercato si può fare investendo con le valute, con le azioni e con le materie prime. Poiché non vi è alcuna reale connessione tra il commerciante e il bene, investire in un qualsiasi strumento non comporta l’acquisto fisico dell’oggetto stesso, cosa che rappresenta un grande vantaggio e permette a tutti di fare trading.

Le cose sono invece molto diverse con i CFD. Il trading con questo strumento è decisamente più complicato e, per questo, il trader potrebbe non avere alcun previsione di quello che potrebbe guadagnare o perdere dal suo investimento. Praticamente, in questo tipo di mercato, il trader opera “al buio” su come l’azione dei prezzi influenzerà l’esito della posizione stessa. Il broker deve aspettare e vedere il risultato del suo investimento alla scadenza del contratto.

In un commercio CFD un contratto viene acquistato dando al broker la possibilità di speculare per quanto riguarda un ulteriore aumento o diminuzione del valore patrimoniale dello stesso.

Un altro vantaggio delle opzioni binarie è riuscire ad investire long o short. Nel primo caso è previsto che il prezzo dell’investimento salga, mentre nel secondo che scenda. Da questo investimento, si può calcolare il potenziale di perdita o di profitto futuri, come abbiamo detto in precedenza spiegando i vantaggi di questo investimento.

Opzioni binarie ed investimento, ecco perché

Le opzioni binarie sono la miglior scelta per investire denaro fatta dai trader negli ultimi anni. Le opzioni binarie, come indica il nome, permettono di avere un investimento con due possibili risultati: vittoria o sconfitta. Nel caso in cui il trader vinca, egli si trova ‘in the money’, mentre nel caso in cui egli perda, si trova ‘out of the money’. A differenza di altre tipologie di trading, le opzioni binarie hanno una quantità minima di rischio in virtù del fatto che non ci sono algoritmi complessi o complesse metodologie da imparare per poter fare trading.

Molti broker permettono ai trader di investire denaro a partire da minimi di piccole dimensioni, come ad esempio 100 euro. Tali conti sono ottimi per iniziare a capire questo mondo nel quale, una volta che ci si è perfezionati, si possono realizzare delle quantità enormi di denaro in tempi rapidi investendo, a scelta, in azioni, indici, coppie di valute e materie prime. Per lo stesso motivo di cui sopra, ci sono idealmente due tipi di opzioni binarie, ovvero tutto o nulla. Nel primo caso si guadagna tutta la somma prevista, mentre nel secondo caso non si guadagna nulla.

Le opzioni binarie, note anche come opzioni digitali, sono state introdotte nel 1977. Con l’evoluzione tecnologica un certo numero di siti web e di piattaforme online hanno iniziato a diffondere questo modo di investire denaro e hanno contribuito a rendere le opzioni binarie sempre più famose e usate come strumento di investimento.

Per poter investire con successo nel mercato ci sono, per i principianti, una serie di operazioni da fare, come ad esempio quelle di conoscere le basi del mercato e dell’investimento prima ancora di iniziare ad investire con le opzioni binarie, chi sono i principali operatori del mercato, come poter prevedere l’andamento futuro del prezzo e tanto altro ancora.

Opzioni binarie, come investire con successo

Come scegliere il miglior sistema di trading per investire nel mercato delle opzioni binarie? Le opzioni binarie sono un settore in cui si possono ottenere diversi vantaggi dal momento in cui si cerca un modo per investire denaro. Per prima cosa, non è necessario spendere una grande somma di denaro per poter iniziare ad investire. Si ha inoltre anche il vantaggio di poter essere in grado di ottenere dei rendimenti sugli investimenti che possono arrivare anche fino al 500%, con un guadagno minimo del 60% circa.

La maggior parte dei broker online offrono un pagamaento fisso tra le varie soluzioni. Un altro vantaggio delle opzioni binarie è che si può scambiare in azioni, in commodities, in coppie di valute ed in indici azionari. Si tratta di un ottimo modo per poter diversificare il proprio portafoglio.

Quanto si può guadagnare con le opzioni binarie? Per una operazione normale, con payout classico, il guadagno va solitamente dal 60% al 70% di quanto investito. Nel caso in cui si perda denaro (ovvero si finisca “out of the money”) si ha in ogni caso il vantaggio di poter avere un rimborso sulla perdita pari al 15% , il che significa una perdita totale del 85% del capitale investito. Tuttavia, la probabilità di ottenere un profitto del 60% al 70% in opposizione ad una perdita del 85% è una cosa che permette di valutare il mercato delle opzioni binarie come realmente interessante per tutti.

Per poter iniziare ad entrare in questo mercato e per poter investire al meglio, occorre usare una delle tante piattaforme di trading gratuite che sono state sviluppate.

Un sistema semplificato per poter investire on line con le opzioni binarie consiste nel creare una modalità di investimento che si basa sull’analisi dei dati storici, dopo avere ottenuto le informazioni sulle tendenze del mercato. È possibile, in questa maniera, automatizzare praticamente ciascun sistema di trading nel mercato delle opzioni binarie.

Guida Forex per i principianti

Il forex è un mercato in cui, tutti i giorni, si presentano delle novità e delle opportunità per il trader. Per chi fosse completamente digiuno del mercato delle valute, deve sapere che ci sono più di 60 coppie di valute disponibili, tra cui optare. Essendo nuovo del forex, la cosa importante è provare a concentrarsi solo su alcune principali coppie di valute, come ad esempio dollaro USA USD, Euro EUR, yen giapponese JPY, sterline inglese GBP e franco svizzero CHF. Alcuni dei fattori più significativi che influenzano il mercato delle valute sono i tassi di interesse, i tassi di crescita economica, i tassi di inflazione e il prezzo del greggio, ad esempio.

Facciamo inoltre l’esempio attuale della crisi nella zona euro. Quando una zona economica o un paese delle stessa è in crisi e presenta dei dati economici peggiori delle attese, allora la tendenza è il calo della valuta di riferimento. Ipotizziamo invece che il Giappone ha intenzione di alzare i tassi di interesse. In questo caso la tendenza del mercato è quella di un rafforzamento della valuta giapponese contro le altre. Ecco che, quando si a sviluppare una strategia di trading operativo sul mercato delle valute, bisogna considerare necessariamente queste tendenze del mercato stesso.

Un’altra tappa importante che bisogna prendere in considerazione nella strategia Forex che si usa è quella di determinare come lo sviluppo della stessa sarà basato su dei segnali chiave e / o tecnici. Si parla nello specifico di analisi fondamentale e di analisi tecnica, dunque diversi aspetti della stessa medaglia: la previsione dell’andamento delle valute forex. L’analisi fondamentale si basa sui dati economici e sulla loro influenza nel mercato, mentre l’analisi tecnica si basa sui grafici.

Infine, parliamo del singolo rapporto di cambio, andando a dire che la prima valuta indicata è nota come “valuta di base”, mentre la seconda valuta è la “valuta contatore”.

Studiare i prezzi per avere successo nel mercato delle opzioni binarie

Lo studio dei prezzi è fondamentale per poter avere successo nel trading in opzioni binarie. I prezzi sono fondamentali per capire se un dato trade è in salita o meno e dunque per permettere al trader di acquistare una opzione binaria call oppure una put. Come si può fare lo studio dei prezzi? La base di tutto è costituita dall’analisi tecnica, ovvero lo studio dei prezzi passati per poter capire e cercare di prevedere i prezzi futuri.

Considerando che i mercati si muovono in cicli, questo significa che i prezzi del passato, prima o poi, torneranno a “farci visita” nel presente. La cosa difficile di questo è capire in che maniera e quando. Ad esempio, se in passato una data coppia di valute ha toccato un valore di 1.2000 , molto probabilmente lo toccherà ancora in futuro, bisogna capire come e quando. Per poter fare questo con successo ci sono tutta una serie di indicatori tra cui il trader può scegliere, che lo possono aiutare notevolmente a trovare l’indicazione giusta per il proprio livello di trading. Il modo in cui i prezzi si sono mossi nel passato è la base per capire come si potranno muovere in futuro. L’analisi tecnica, infatti, si basa proprio sullo studio dei prezzi passati, partendo dal presupposto (assolutamente valido e reale) che i mercati si muovono in cicli, come abbiamo già avuto modo di accennare.

Il mercato delle opzioni binarie, dunque, è perfetto per tutti coloro che vogliono investire, anche comodamente da casa, cercando di guadagnare il più possibile. L’analisi tecnica e i grafici, infatti, rimangono a disposizione di tutti coloro che vogliono guadagnare denaro, basta avere a disposizione semplicemente una connessione ad internet ed un computer. Con questi due strumenti si può “partire alla scoperta” del mercato delle opzioni binarie e guadagnare denaro nel medio / lungo termine.

La copertura nelle opzioni binarie

Quella della copertura è una strategia che viene utilizzata dai singoli trader con l’obiettivo di ridurre il rischio di investimento attraverso vari metodi, come ad esempio l’acquisto e la vendita di opzioni, le tecniche di marketing o i contratti futures a breve termine. Le strategie di copertura sono progettate per ridurre la volatilità e il rischio potenziale di un portafoglio o di un investimento al fine di ridurre il rischio di perdita. Fondamentalmente, si ha il vantaggio di bloccare i vantaggi che si hanno sul mercato. Le strategie di copertura sono utilizzate molto di frequente nel mercato delle opzioni binarie, anche per ridurre al minimo il rischio di perdita.

Da qualche tempo il trading in opzioni binarie è utilizzato da tanti trader, anche da coloro che operano direttamente da casa e la strategia di copertura, nota in inglese come “hedging” dà la possibilità di avere dei grandi profitti. Considerando che la maggior parte dei contratti di opzioni binarie sono conclusi alla fine di ogni giorno o di ogni ora, l’hedging consente di avere degli interessanti benefici direttamente nel breve periodo.

A seconda delle proprie necessità, è possibile utilizzare la copertura parziale o quella totale. Nel primo caso si ha una la vendita o l’acquisto in copertura di tutte le opzioni in un dato scenario di investimento, cosa che porterebbe a dei grandi benefici nel tempo. La copertura parziale invece permette di coprire solo una parte del proprio investimento originario, coprendone l’altra parte. La scelta della giusta strategia da usare nel mercato delle opzioni binarie e della tipologia di hedging migliore per sé stessi, dipende molto da come si vuole fare trading e dal grado di rischio che si vuole correre. Alla fine dei conti, l’hedging è una interessante strategia, da prendere in considerazione per tutti coloro che vogliono investire con successo.

Fare trading in opzioni binarie, breve e lungo termine

In generale, gli investitori di successo sono abili a prevedere le tendenze future del mercato per evitare delle perdite. Molti investitori esperti in opzioni hanno sviluppato una strategia nota come straddle, con la quale si può acquistare una opzione binaria call e una put. Nelle situazioni in cui ci si sente fiduciosi del mercato per quanto riguarda la direzione del prezzo dell’asset sottostante, allora si potrà acquistare un’opzione call se si pensa che il prezzo salirà, altrimenti meglio acquistare una opzione put.

L’arco di tempo in cui operare è un’altra preziosa arma nell’arsenale del commerciante. Alcuni trader preferiscono operare con brevi periodi, ottima anche per mettere in pratica la strategia dello straddle definita prima. Operare nel breve periodo permette, ad esempio, di avere degli alti profitti in un breve periodo di tempo. Altri trader preferiscono operare su una tempistica più ampia, anche se va notato che le strategie a lungo termine comportano dei rischi che quelle a breve non hanno. Chi opera a lungo termine è per lo più il trader esperto, che ha accumulato una grande esperienza in materia di trading.

Operare nel mercato delle opzioni binarie è una cosa originariamente progettata per rendere più facile per i trader alle prime armi poter conoscere le opzioni e partecipare ai mercati finanziari. Tali mercati sono stati inoltre progettati per rendere più facile, sempre per i trader alle prime armi, assicurarsi i servizi di mediatori professionali anche senza grandi investimenti.

Mano a mano che le opzioni binarie sono diventate sempre più note al grande pubblico, il loro utilizzo come veicolo commerciale è aumentato di molto in popolarità. Gli operatori esperti vi diranno che la bellezza di questo tipo di trading è che si è il capo di sé stessi e non ci sono persone che dicono cosa fare o cosa non fare.

Consigli per avere alti ritorni economici nelle opzioni binarie, parte 2

Abbiamo visto nel corso dello scorso articolo alcuni consigli per riuscire a massimizzare i guadagni che si possono avere dalle proprie opzioni binarie. Oltre a quello che vi abbiamo già detto, ovvero di scegliere il giusto broker, di rimanere sempre informati leggendo le notizie economiche, e di usare la giusta strategia di trading, oggi vi diciamo che è importante anche riuscire a pianificare le opzioni che si faranno sui mercati.

Prendiamo il caso del rilascio di un nuovo prodotto da parte della Apple, l’azienda che produce gli iPhone. Eventi come questi sono sempre importanti per chi investe nelle opzioni binarie, dato che è possibile scegliere, tra le altre cose, anche di investire sulle azioni di singole società, come appunto quelle dell’azienda con sede a Cupertino, ma non solo, anche di Google o di Microsoft.

Ipotizziamo che la presentazione ufficiale di questo nuovo dispositivo venga programmata per un dato giorno e ad una data ora. Prima dell’evento, per capire in che maniera i mercati potrebbero accogliere il dispositivo, si possono leggere in rete le recensioni di siti esperti della materia, oltre che i primi commenti degli utenti. In linea generale, bisognerebbe cercare di capire se l’accoglienza potrebbe essere buona o meno. Nel primo caso si può investire su un incremento del valore delle azioni della Apple, nel secondo caso su un loro calo.

Infine, un ultimo consiglio che vi possiamo dare riguarda la data di scadenza delle opzioni binarie. La cosa migliore per molti è quella di acquistare delle opzioni binarie che abbiano una durata di un’ora. Sappiamo che in questo mercato è possibile scegliere di fare investimenti della durata di 1 minuto, 1 ora, 1 giorno, 1 settimana o anche di più. La scelta dovrebbe ricadere sulle opzioni della durata di un’ora perché esse garantiscono il massimo della flessibilità con delle remunerazioni interessanti, oltre al fatto che rispondono abbastanza bene alla volatilità e al trend del mercato.

Consigli per avere alti ritorni economici nelle opzioni binarie

Investire nelle opzioni binarie è una cosa che in tanti fanno attirati anche dagli elevati guadagni che questo strumento di trading permette di avere. D’altra parte, investire in questo mercato senza la giusta conoscenza non permette di realizzare dei guadagni apprezzabili. Per tutti questi motivi, occorre capire in che maniera si possono guadagnare degli elevati ritorni economici con le opzioni binarie.

Per prima cosa occorre fare la scelta del giusto broker. Proprio il broker è lo strumento base per investire con successo nel mercato delle opzioni binarie. Bisognerebbe scegliere un broker che possa proporre degli elevati ritorni economici e, magari, anche dare dei bonus interessanti, che non fanno mai male e che sono pensati anche per migliorare il guadagno complessivo del trader.

Il secondo consiglio è quello di leggere le notizie economiche che arrivano dai mercati. Rimanere sempre informati è la condizione necessaria per poter avere successo in questo mercato. Se si riesce a rimanere informati si saprà, prima degli altri, quali sono le notizie economiche che verranno rese note nel corso del futuro e, di conseguenza, sarà possibile pensare di investire forti di questa conoscenza. Sapere le cose, la conoscenza, sono due cose fondamentali nel mercato delle opzioni binarie, così come in quello degli investimenti in generale.

Il terzo consiglio che vi possiamo dare è quello di usare la giusta strategia di trading. Nel mercato delle opzioni binarie ci sono diverse strategie che si possono usare con successo per poter fare in modo di massimizzare i guadagni, come ad esempio la strategia hedging, che va a copertura degli investimenti fatti aprendo altri investimenti in direzione opposta. La strategia è fondamentale per poter massimizzare i guadagni e per poter minimizzare le perdite, due passaggi fondamentali di ogni buon investitore.

Vedremo ancora nel corso del prossimo articolo altri consigli su come guadagnare al massimo dalle opzioni binarie.

Benefici chiave del trading in opzioni binarie

Fare trading nel mercato di opzioni binarie è una cosa che tutti possono fare e nella quale avere successo. Ci sono 7 diversi benefici chiave che mettono in evidenza come si tratti di un settore nel quale è possibile avere delle grandi remunerazioni e dei grandi benefici.

Per prima cosa possiamo dire che le opzioni binarie sono facili da “tradare”, nel senso che tutti possono investire in questo mercato, anche comodamente da casa.

Inoltre le opzioni binarie hanno un payout alto, ovvero una remunerazione sull’investimento molto interessante, che parte da un minimo del 60% e arriva anche al 500% ed oltre, a seconda della tipologia di opzione in cui si vuole investire.

In aggiunta a questo, ci sono i rischi controllati, che sono un ottimo vantaggio per chi ha poca esperienza di trading. Questo, tra le altre cose, significa anche non poter perdere, con una sola operazione, più di quello che si è investito.

La varietà di mercati in cui si può investire è il quarto vantaggio: azioni, indici azionari, valute forex e commodities sono tutti i mercati in cui si può investire con tali strumenti di trading.

La possibilità di investire con delle strategie adattabili alle varie situazioni è un ottimo vantaggio, il che permette di investire con maggiore sicurezza di guadagnare.

Per chi è novizio del trading, un grande vantaggio è sicuramente quello di poter investire anche con piccole somme di denaro. Solitamente, infatti, il versamento minimo che bisogna fare per iniziare a fare trading in opzioni binarie è di 100 euro.

L’ultimo vantaggio è quello legato al fatto che le opzioni binarie sono un mercato facile in cui poter iniziare. Basta infatti aprire un conto di trading, fare il primo versamento, collegarsi direttamente al sito web del broker (non ci sono programmi da scaricare) ed iniziare ad acquistare opzioni e fare i propri investimenti.

Opzioni binarie, una scelta per tutti

Le opzioni binarie sono un’ottima scelta per tutti coloro che vogliono investire denaro in maniera semplice e veloce. Sono infatti una tipologia di investimento che può essere comodamente fatta da tutti coloro che hanno esperienza di trading così come dai principianti, che non hanno grande esperienza di investimento. In entrambe i casi si può avere molto successo.

Sicuramente avere una strategia con cui poter investire denaro è fondamentale al fine di guadagnare al meglio. In questi casi è importante capire cosa si può fare e come si può investire. Nello specifico, le opzioni binarie ti permettono di guadagnare sia se il mercato sale che se scende. Nel primo caso occorre acquistare una opzione binaria call, mentre nel secondo caso una opzione binaria put.

Esistono anche diverse strategie di trading che sono pensate appositamente per controllare e per ridurre il rischio di trading. Ad esempio, la strategia di copertura prevede l’acquisto di una opzione call o put e, nel caso in cui la previsione sia stata sbagliata e ci si ritrovi con il mercato che va contro le previsioni, si può acquistare una opzione binarie inversa (dunque put se si era acquistata una opzione call, oppure call se si era acquistata una opzione put) al fine di avere un guadagno con il quale andare parzialmente a compensare la perdita derivante dalla prima opzione.

Come può, chi ha poca o nessuna esperienza di trading, investire in opzioni binarie? La risposta a questa domanda è semplice: esattamente come chi ha tanta esperienza di trading. Le opzioni binarie più semplici, infatti, prevedono solo di dover capire e prevedere correttamente la direzione del trend, senza andare a prevedere anche l’entità del movimento. Ecco dunque che la cosa migliore che si possa fare per guadagnare è quella di andare con il trend, ovvero in direzione dei prezzi, cosa che si può rilevare usando l’analisi tecnica.

Come guadagnare con le opzioni binarie

Molti trader al giorno d’oggi stanno passando alle opzioni binarie per investire nel mercato e guadagnare denaro. Questo settore sta diventando sempre più popolare ogni giorno che passa. Tuttavia, proprio come per ogni altro investimento, le opzioni binarie hanno dei suoi fondamenti che aiutano a garantire la fluidità degli scambi.

La conoscenza e la competenza sono una cosa necessaria per poter avere successo. Se sei un investitore, è necessario mettere un particolare livello di attenzione a quello che si fa. Ciò è principalmente necessario perché bisogna capire quali sono le ragioni che stanno dietro al modo in cui si muove il mercato, e perché si muove in quella maniera. In questo modo, si può arrivare a raggiungere un livello di conoscenza estremo su diversi tipi di trading, ovvero su diverse tipologie di asset, cosa che permette di perfezionare le capacità di negoziazione.

Quando si fa trading con le opzioni binarie, si potrebbe arrivare a scoprire che sono le piccole cose che fanno una grande differenza. E’ importante per qualsiasi investitore non solo avere a cuore i grandi investimenti, ma anche i piccoli investimenti. Se si vuole avere successo nel trading in opzioni binarie, è necessario disporre di una gestione del denaro efficace. E’ necessario prendere in considerazione come fare per rendere gli investimenti più sicuri. Si può investire parte del budget in attività ad alto rischio, ma la maggior parte del denaro che si ha deve essere investito in soluzioni più sicure, una piccola fonte di guadgni che può portare a grandi profitti in seguito.

E’ vero che il mercato delle opzioni binarie fa pieno affidamento sul fatto che i prezzi del mercato aumentano o diminuiscono, tuttavia, non bisogna lasciare che sentimenti di paura o delle mere speculazioni possano influenzare il trade. E’ quindi importante adottare delle misure necessarie da poter usare per investire con successo, ovvero delle strategie perfette per guadagnare denaro.

Come proteggere le proprie opzioni binarie con l’hedging

Molti aspetti sottili del mercato delle opzioni binarie spesso passano inosservati da parte dei trader di questo settore. Il più interessante è forse che ci sono molti modi per fare trading in maniera da ridurre il rischio. Uno degli strumenti migliori è la copertura. Il principio di base di questa strategia è semplice: rafforzare la posizione aperta se si è previsto correttamente l’andamento del prezzo, mentre cercare di coprire la perdita se ci si è sbagliati. Vediamo come funziona.

Ipotizziamo la coppia di valute GBP / JPY che si trova di fronte ad una rottura al rialzo di un breakout, che magari è un forte punto di resistenza che fino a quel momento è stato utile per darci una idea di un buon punto di entrata. Ad esempio, si potrebbe acquistare una opzione binaria call al momento del breakout stesso. nel caso in cui il breakout ha successo, si può avere un profitto che parte, come di consueto dal 65%. Se ad esempio si erano investiti 100 euro, il profitto sarà di 65 euro. Tuttavia nel caso in cui il breakout non viene confermato e il prezzo si inverte, si hanno 2 possibilità: perdere tutta la somma investita, dunque i 100 euro, o coprire la posizione, cercando di perdere di meno.

La seconda scelta è decisamente migliore, come si fa? Se si sceglie di coprire la posizione bisogna acquistare una opzione contraria, in questo caso Put, dal momento in cui si accorge che il breakout non sarà confermato. Le due opzioni binarie si annullano a vicenda facendoci perdere di meno rispetto a quanto avremmo perso senza la strategia di copertura.

Quindi, supponiamo che il 50% delle opzioni binarie sia stato acquistato con successo, si possono guadagnare 65 euro per il 50% del tempo, mentre perdere una somma decisamente inferiore per il rimanente 50% del tempo, lasciando il trader con un reddito costante.

Come investire in opzioni binarie guadagnando denaro

Le opzioni binarie sono un eccitante ed efficiente mercato finanziario in cui è possibile operare in qualunque momento si voglia. L’obiettivo è quello di speculare sul movimento di mercato che si potrebbe avere relativamente ad un dato asset, ad esempio. Questo mercato, conosciuto anche come mercato delle opzioni digitali o mercato “tutto o niente”, è in grado di fornire degli alti profitti in maniera molto facile, tenendo al tempo stesso al minimo i rischi.

Prima di poter iniziare ad investire nel mercato delle opzioni binarie occorre capire un po’ di terminologia di base relativa alle operazioni con le opzioni binarie. La cosa fondamentale è sapere che in questo mercato è possibile investire con le azioni, le valute, gli indici azionari e le commodities. I brokers ti daranno una serie di attività tra cui scegliere i in cui è possibile investire con successo.

Con il termine di “opzioni call e put” ci si riferisce ai due tipi di opzioni coinvolte nelle operazioni con le opzioni binarie, ovvero call e put. È possibile selezionare una opzione call se si pensa che il prezzo dell’asset finirà al di sopra del costo del prezzo di apertura, entro la data di scadenza. L’opzione put invece funziona esattamente al contrario, ovvero bisogna acquistarla quando si presume che il prezzo dell’attività chiuderà al di sotto del prezzo corrente, entro la data di scadenza. Si guadagnare denaro se la previsione è corretta, altrimenti si perde la somma investita.

Quanto si può guadagnare nel mercato delle opzioni binarie? Sicuramente dipende molto dall’asset su cui si investe, ma come regola generale possiamo dire che è possibile guadagnare da un minimo del 65% – 70% dell’investimento che si fa, fino ad un massimo del 200% ed oltre. Tutto dipende, come detto, dall’asset su cui si investe e dal grado di rischio che si intende correre.

Investire con le opzioni binarie, i vantaggi

Operare con le opzioni binarie offre una serie di vantaggi che altre tipologie di investimenti non hanno. Il primo vantaggio è sicuramente quello che operare con le opzioni binarie è una cosa molto semplice da capire e da fare. Una delle cose che maggiormente attrae un investitori è sicuramente la possibilità di avere dei grandi rendimenti, garantiti anche con un investimento di capitale minimo. A differenza del forex, ad esempio, le opzioni binarie offrono dei guadagni molto elevati anche con dei minimi spostamenti del prezzo. La maggior parte delle opzioni binarie, ad esempio, permette di avere un rendimento di circa il 70% dell’investimento iniziale.

Tuttavia, occorre stare attenti a non scegliere una piattaforma di trading non sicura, dato che altrimenti si rischia una frode finanziaria e di perdere l’investimento fatto. Anche se operare nel mercato delle opzioni binarie è una cosa semplice, è sempre bene sapere che la struttura di base del mercato è più complessa. Con le opzioni binarie “tutto o niente”, tutto quello di cui bisogna preoccuparsi è legato al prezzo finale del bene.

Per questo motivo, il trader deve solo prendere una decisione, dedicando il resto all’analisi delle strutture di mercato e, quindi, deve fare delle previsioni su come poter regolare le sue attività per effettuare dei migliori acquisti.

Un altro vantaggio delle opzioni binarie è la velocità dei contratti, dato che di solito essi non durano più di un’ora, il che permette di operare in modo dinamico.

Gli utili e le perdite che si hanno nelle opzioni binarie indicano anche che il rischio può essere gestito in un modo migliore utilizzando degli strumenti appositi. Infine, la cosa migliore da fare è sicuramente quella di usare una strategia pensata appositamente per guadagnare e per contenere le eventuali perdite che potrebbero sempre capitare nel corso della propria operatività con le opzioni binarie.