Come diversificare gli investimenti

Come faccio a creare un portafoglio adeguato?

La scelta di un prodotto finanziario deve avvenire non solo in base alle proprie preferenze. In primo luogo, un investitore prenderà la sua decisione in base alla sua tolleranza al rischio e al rendimento. Dal punto di vista fiscale, il reddito totale è un approccio utile per scegliere il giusto investimento.

Nel decidere quale prodotto finanziario sia meglio per un investitore, il commerciante dovrà ripetutamente rispondere alle domande fondamentali di sicurezza, rendimento e liquidità. Ma la responsabilità morale è sempre più importante da sondare.

Questi quattro responsabili sono stati studiati dagli economisti moderni e sono stati messi in pratica per impostare un modello interessante che possa permettere a tutti di operare. La conoscenza che è stata acquisita dal modello indica anche i quattro obiettivi di un investimento finanziario: la sicurezza, il rendimento, la liquidità e la responsabilità. Sono quattro obiettivi in netta concorrenza tra di loro.

Ad esempio, gli investitori che danno grande importanza alla sicurezza di un prodotto devono aspettarsi dei rendimenti più bassi.

Per assicurarsi degli investimenti che siano in grado di non ridurre i rendimenti attesi, il fondatore della moderna teoria del portafoglio, Harry Markowitz, raccomanda la strategia di diversificazione. Con un’attenta selezione dei prodotti finanziari i rischi di ciascun investimento si mettono da parte e non si accumulano. Utilizzando i giusti fattori di rischio-rendimento, un portafoglio equilibratoè importante.

Per ottimizzare le proprie decisioni di investimento è ragionevole che l’investitore consideri non solo i singoli prodotti, ma riconosca il sistema nel suo complesso.

Uno dei deficit chiari ed irreversibili di un portafoglio diversificato è un rendimento relativamente più basso. Finché il professionista varia il investimento, riceverà più o meno dei risultati non massimali.

Il portafoglio specializzato è una valida alternativa?

Per avere un rendimento elevato molti investitori limitano gli scambi commerciali solo dei prodotti con massimi rendimenti. L’accento è posto su 5-8 prodotti. Questa strategia aumenta il rendimento, ma ovviamente fa incrementare anche il rischio. Bisogna però saper scegliere, perché investire in valuta estera permette di operare in maniera ottimale, con buoni rendimenti e, se si sa come operare, anche minimizzando i rischi.

Uno dei limiti di un portafoglio specializzato è l’incertezza sul contributo finanziario e il rischio di perdita di denaro.

La diversificazione mirata si presenta dunque come una buona soluzione, che si trova a metà strada tra un portafoglio largo e uno stretto, forse la scelta migliore da fare in assoluto.

Investire con le opzioni binarie usando uno smartphone

Fare trading nel mercato delle opzioni binarie usando i telefoni cellulari o gli smartphone è una delle cose che sta prendendo più piede in assoluto nel mondo degli investimenti. Così come accade già, ad esempio, nel mercato del forex, anche le opzioni binarie stanno diventando “mobili” e ci sono sempre più utenti che portano il proprio conto di investimento sempre con sé.

Il vantaggio principale di fare trading in questa maniera è ovviamente la flessibilità offerta dal commercio mobile. Si può portare, come detto, nella nostra tasca la piattaforma di trading, il che ci consente di operare in qualsiasi momento e in ogni luogo. Si potranno dunque acquistare delle nuove opzioni binarie quando più si vuole.

Un altro vantaggio legato all’operare tramite telefono è che si può essere più facilmente a conoscenza di tutte le analisi di mercato. Ci sono infatti tante applicazioni mobili per smartphone che possono essere installate e consultate quando più si vuole, in maniera da poter investire senza problemi. Questo modo di fare permetterà di seguire più da vicino le nostre attività ed evitare qualsiasi imprevisto.

A seconda del broker con cui si decide di operare, è possibile creare dei demo conti per poter operare direttamente dallo smartphone, in maniera da poter migliorare la propria abilità di trading e farsi trovare pronti nel momento in cui si farà, sul serio e con denaro reale, trading in opzioni binarie.

Per chi non ha mai investito con uno smartphone, all’inizio può sembrare una cosa decisamente scomoda fare trading ed acquistare opzioni binarie dal piccolo schermo di uno smartphone, in realtà non è così. Anche la piattaforma è adattata, in considerazione del fatto che la maggior parte dei broker offrono delle applicazioni per smartphone che sono estremamente facili da usare ed intuitive. Se non lo avete mai provato, dunque, questa è la nuova frontiera del vostro investimento.

Come fare per acquistare opzioni binarie “call”

Ci sono molti sistemi di trading che tentano di prevedere dei movimenti di mercato. E’ un concetto di base che aiuta ogni trader a capire in che maniera poter operare e come investire con successo nel mondo delle opzioni binarie. Si tratta di strumenti che danno informazioni molto importanti e, se si riesce ad interpretarli correttamente, possono fornire degli interessanti spunti di opzione che altrimenti non si avrebbero.

Decidere se investire acquistando verso l’alto o verso il basso è la decisione principale che bisogna fare quando si investe in opzioni binarie, e per questo motivo è essenziale prevedere i movimenti di mercato in maniera corretta.

Come fare, dunque, per capire quando acquistare delle opzioni binarie “call”?

In primo luogo, bisogna identificare un’attività interessante, ovvero un asset su cui investire. Per poter fare questo è fondamentale identificare una risorsa interessante su cui andare ad investire in base ai sistemi di opzioni che si usano. Per capire quale asset va meglio in un determinato caso occorre guardare i grafici, gli indicatori e valutare, sulla base di essi, quale asset avrà la maggior probabilità di salire dal momento in cui si aprirà una posizione e fino a quello della scadenza dell’opzione binaria acquistata.

La scelta del momento migliore per investire è fondamentale, dato che permette di massimizzare l’investimento che si fa. E’ importante sapere quando entrare nel mercato, dato che se si fa con fretta si rischia maggiormente di perdere tutto quello che è stato investito, così come se si aspetta troppo a lungo, l’investimento può aver perso tutto il valore iniziale. Cogliere al volo l’opportunità che il mercato presenta è la chiave per guadagnare denaro. Ecco perché occorre optare per i sistemi di trading migliori in assoluto, in maniera da capire quale asset si trova al suo minimo (o giù di lì) e dunque, di conseguenza, quale asset andare a scegliere per investire.

Consigli per avere alti ritorni economici nelle opzioni binarie, parte 2

Abbiamo visto nel corso dello scorso articolo alcuni consigli per riuscire a massimizzare i guadagni che si possono avere dalle proprie opzioni binarie. Oltre a quello che vi abbiamo già detto, ovvero di scegliere il giusto broker, di rimanere sempre informati leggendo le notizie economiche, e di usare la giusta strategia di trading, oggi vi diciamo che è importante anche riuscire a pianificare le opzioni che si faranno sui mercati.

Prendiamo il caso del rilascio di un nuovo prodotto da parte della Apple, l’azienda che produce gli iPhone. Eventi come questi sono sempre importanti per chi investe nelle opzioni binarie, dato che è possibile scegliere, tra le altre cose, anche di investire sulle azioni di singole società, come appunto quelle dell’azienda con sede a Cupertino, ma non solo, anche di Google o di Microsoft.

Ipotizziamo che la presentazione ufficiale di questo nuovo dispositivo venga programmata per un dato giorno e ad una data ora. Prima dell’evento, per capire in che maniera i mercati potrebbero accogliere il dispositivo, si possono leggere in rete le recensioni di siti esperti della materia, oltre che i primi commenti degli utenti. In linea generale, bisognerebbe cercare di capire se l’accoglienza potrebbe essere buona o meno. Nel primo caso si può investire su un incremento del valore delle azioni della Apple, nel secondo caso su un loro calo.

Infine, un ultimo consiglio che vi possiamo dare riguarda la data di scadenza delle opzioni binarie. La cosa migliore per molti è quella di acquistare delle opzioni binarie che abbiano una durata di un’ora. Sappiamo che in questo mercato è possibile scegliere di fare investimenti della durata di 1 minuto, 1 ora, 1 giorno, 1 settimana o anche di più. La scelta dovrebbe ricadere sulle opzioni della durata di un’ora perché esse garantiscono il massimo della flessibilità con delle remunerazioni interessanti, oltre al fatto che rispondono abbastanza bene alla volatilità e al trend del mercato.

Opzioni Binarie, le touch e le range

Andiamo avanti in questo articolo a parlare dei termini più diffusi che si possono avere con il mercato delle opzioni binarie. Una delle opzioni più diffuse in assoluto è quella delle one touch. Esse si differenziano dalle opzioni binarie regolari in quanto il payoff non dipende solo dal prezzo di mercato dell’asset sottostante l’opzione binarie, alla scadenza, ma anche dal fatto se tale prezzo ha raggiunto o meno un livello di prezzo specifico, condizione che deve essere accaduta almeno una volta tra il momento dell’acquisto e la scadenza dell’opzione binaria.

Ecco che il trader riceve la somma di denaro di pay out se ha acquistato una opzione touch e il prezzo tocca almeno una volta il livello obiettivo indicato dal contratto di opzione stessa. Allo stesso modo, è possibile guadagnare denaro anche se il prezzo non tocca tale obiettivo, a patto di aver acquistato una opzione don’t touch.

Queste opzioni binarie sono una scelta interessante per gli investitori che credono che il prezzo di mercato dell’attività sottostante possa raggiungere un punto specifico prima della scadenza.

Legate a queste opzioni, ma leggermente diverse, ci sono le opzioni range. Si tratta praticamente di una serie di opzioni in cui l’obiettivo è quello di definire se il prezzo di mercato dell’asset, entro la scadenza, possa rimanere o meno entro il range di prezzi stabilito dal contratto di opzione. Il questo caso bisogna anche prevedere correttamente se una coppia di valute si trova in un trend o meno. Nel primo caso, bisognerebbe investire sull’obiettivo di uscita dal range, mentre nel secondo caso bisognerebbe farlo sull’obiettivo di non uscita dal range.

Come nel caso delle opzioni binarie standard, anche le opzioni binarie touch e le range potrebbero non venire pagate fino alla scadenza, a seconda del broker, anche se nel frattempo l’opzione potrebbe aver avuto successo.

Fare trading con le opzioni range

Una volta che sono note le basi del trading binario, si possono impiegare le strategie rialziste e ribassiste per poter acquistare in guadagn. Tra le strategie che si possono mettere in pratica ci sono anche quelle che riguardano la volatilità e le strategie di gamma.

Se si guarda al mercato, può essere difficile determinare una direzione specifica, ma nonostante questo ci sono diversi modi per poter guadagnare denaro. Osservando il grafico di qualsiasi asset che può essere acquistato come base per l’opzione binaria, si noterà che in ogni intervallo di tempo l’attività fluttua dentro e fuori una certa gamma di prezzi. Queste oscillazioni consentono anche ad un trader principiante di guadagnare denaro, anche nei momenti in cui il mercato non sta vivendo un solido trend. In queste situazioni, infatti, è possibile acquistare le opzioni trading range. Si tratta di una particolarità di opzioni che si vanno ad aggiungere alle opzioni call e put, oltre che alle opzioni touch e no touch, per poter completare tutta la gamma di opzioni a disposizione del trader.

Vediamo come poter individuare il futuro andamento del prezzo e poter quindi scegliere un’opzione appropriata per guadagnare denaro. Ad esempio, se si crede che il prezzo dell’indice azionario NASDAQ sia abbastanza stabile, è possibile acquistare una opzione in cui si è “in the money” se siamo nella gamma di prezzi. Basta scegliere le opzioni Range e fare clic su “IN”. Se l’opzione sembra invece essere volatile, tanto che ci possono essere dei movimenti di prezzo anche improvvisi, allora si può pensare di acquistare la stessa opzione Range ma in “Out”.

Dopo aver analizzato l’indice NASDAQ utilizzando l’analisi tecnica, dunque, si nota che l’indice stesso oscilla in maniera notevole ma non mostra ancora dei segni di una tendenza. In questo caso l’opzione range di cui sopra può essere una buona scelta.

Domande e risposte sulle opzioni Call e Put

Come si fa per negoziare le opzioni call e put? Si tratta di un modo di fare trading estremamente facile. I broker delle opzioni binarie, come 24option, danno questo modo di fare trading come scelta di default, quindi tutto quello che bisogna fare è eseguire una normale posizione. A differenza delle opzioni tradizionali, non è necessario preoccuparsi di quanto grande è il movimento di prezzo dell’attività sottostante, dato che si potrà realizzare un profitto anche se l’attività si sposta nella direzione da noi prevista di un solo pip.

Chi può fare trading con le opzioni call e put? Chiunque può scambiare con questo tipo di opzioni. Sono infatti facili da capire e non hanno bisogno di molta esperienza alle spalle per poter essere padroneggiate. Il prezzo non ha bisogno di muoversi molto per poter essere un investimento redditizio.

Qual è una buona strategia per queste opzioni? La strategia varia a seconda del lasso di tempo in cui si sta operando. Ovviamente, più si è vicini alla scadenza e più fortuna è coinvolta. Gli strumenti di analisi tecnica sono interessanti per poter prevedere la direzione, considerando anche che la durata solita delle opzioni binarie call e put è breve. Mano a mano che il periodo di investimento si allunga bisogna utilizzare anche gli strumenti fondamentali. In breve possiamo dire che non esiste un’unica strategia per lo scambio con opzioni call e put. Piuttosto conviene adattare la propria strategia al lasso di tempo in cui si desidera scambiare.

Le opzioni call e put sono ideali per i principianti. Hanno un rischio controllato, in maniera che puoi sempre sapere qual’è la posta in gioco. Sono anche molto facili da configurare e da capire. Se siete nuovi alla negoziazione, una opzione binaria è un ottimo punto di partenza e le opzioni call e put sono la vostra scelta ideale.

Le opzioni Call

Un’opzione call è un titolo che conferisce al titolare il diritto di acquistare un certo asset, ad un certo prezzo, entro una certa data. Il “prezzo certo” è chiamato prezzo di esercizio, mentre la “data certa” è chiamata data di scadenza. Un’opzione è definita da 3 caratteristiche:

  • presenza dell’asset sottostante, che può essere un titolo azionario, un indice, una coppia di valute o una commodity
  • presenza della data di scadenza della call option
  • presenza del prezzo di esercizio dell’opzione call

La caratteristica più interessante delle opzioni call è che il profitto è tecnicamente illimitato. La perdita è limitata alla somma che si è pagato per l’opzione. Dal momento in cui si possiede un’opzione call, a seconda del tipo di investimento che si fa, si potrebbe guadagnare di più o di meno. Nelle opzioni binarie, invece, il prezzo di guadagno è solitamente fissato dal broker prima ancora che il trader possa aprire la posizione, dunque si sa, sin dall’inizio, quale sarà il guadagno nel caso in cui si è “in the money”.

Quando acquistare un’opzione Call? Praticamente, occorre farlo quando si pensa che il prezzo dell’asset sottostante stia per salire. Se ad esempio siamo fiduciosi che il valore di un titolo azionario guadagnerà nel futuro possiamo sicuramente acquistare un’opzione call. Se il nostro asset fosse una coppia di valute e fossimo nel Forex staremmo andando long, dunque staremmo aprendo una posizione al rialzo.

La cosa bella delle opzioni call è che sono molto facili da “tradare”, dato che bisogna solo prevedere se, alla scadenza, il prezzo delle opzioni sarà più alto o più basso rispetto al valore di apertura. Non occorre fare calcoli complicati o altro, solo prevedere la direzione del trend. Non importa neanche quanto grande sarà il movimento, dato che basta anche solo 1 pip per poter guadagnare il valore dell’investimento.

Come fare trading sulle opzioni asiatiche

Abbiamo parlato delle opzioni asiatiche come una delle possibilità di investimento che chi fa trading può avere. Per poter operare su questo tipo di opzioni c’è bisogno di un componente aggiuntivo che stima la media lineare dello strumento sottostante alle opzioni stesse. Questo calcolo viene fatto utilizzando la volatilità implicita di un’opzione asiatica. Si parla di volatilità implicita per indicare di quanto un mercato  si muoverà in un certo periodo. Uno dei vantaggi delle opzioni asiatiche è che tale volatilità è calcolata in media, dunque c’è un ridotto rischio di manipolazione del mercato.

Questo significa che se il mercato è in calo in un giorno particolare, la cosa non dovrebbe influire notevolmente sulla media complessiva che viene calcolata nel periodo considerato. Un altro vantaggio delle opzioni asiatiche ci è dato dal fatto che il costo delle opzioni stesse, rispetto alle opzioni europee o americane, è più basso, grazie proprio alla funzione delle media, che riduce la volatilità.

Maggiore è il periodo medio dell’opzione asiatica e più la volatilità viene levigata, quindi meno costosa la volatilità stessa sarà. Questo a sua volta guiderà i prezzi verso il basso. Ad esempio, una media trimestrale sarà meno volatile rispetto ad una media mensile, quindi la volatilità implicita sarà inferiore alla volatilità implicita mensile. Un’opzione asiatica di durata annuale avrà una media praticamente liscia, quindi si parla di una volatilità ancora minore rispetto ad un’opzione trimestrale o mensile.

Le opzioni asiatiche sono degli ottimi strumenti per la copertura delle attività sottostanti. I produttori di petrolio o i cercatori d’oro che producono una quantità specifica di prodotto al giorno, possono utilizzare le opzioni asiatiche per coprire la loro esposizione. Oltre al mercato delel commodities, le opzioni binarie asiatiche operano molto bene anche nel settore della valuta e degli indici azionari, fornendo un interessante strumento con cui è possibile investire denaro.

Le opzioni asiatiche

Tra i molti tipi di opzioni esotiche che sono disponibili per gli investitori, quelle asiatiche sono le più pratiche. Si tratta di opzioni che si basano su un criterio di guadagno calcolato in base al tasso medio dello strumento sottostante per un determinato periodo di tempo. Sembra un concetto decisamente difficile, in realtà è più semplice di quanto si pensi e andiamo a vedere in che maniera.

L’opzione asiatica ha un prezzo strike e una data di scadenza, oltre ad un periodo di determinazione. Il prezzo viene calcolato in modo simile ad un’opzione europea o americana. La data di scadenza è l’ultimo giorno del periodo di determinazione utilizzato per calcolare il valore dell’opzione. Le opzioni asiatiche possono essere personalizzate per periodi settimanali, mensili, trimestrali o annuali. Inoltre possiamo dire che vengono “tradate” in mercati regolamentati, come il Chicago Mercantile Exchange.

Quando si acquista un call o un put, un investitore specula sul valore dello uno strumento sottostante per il periodo di tempo considerato. Per esempio, una opzione call sul petrolio WTI per il mese di ottobre, con prezzo di esercizio a 80 dollari al barile, esamina il prezzo del greggio nel corso del mese di ottobre. Il prezzo medio del petrolio, alla fine del mese, è quello che viene utilizzato per determinare se vi è un pagamento per l’opzione o meno.

Se il prezzo medio del mese di ottobre è stato di 81 dollari a barile, ad esempio, il proprietario dell’opzione asiatica riceverà 1 dollaro al barile moltiplicato per il numero di opzioni possedute. Se il prezzo medio del greggio nel corso del mese di ottobre è invece stato di 79 dollari al barile, allora l’opzione scade senza valore. Per le opzioni trimestrali, la determinazione del periodo di riferimento è di tre mesi, mentre ovviamente per una opzione annuale il periodo di determinazione è l’anno intero.