Brexit, le imprese chiedono al governo toni più morbidi

Il governo dovrebbe ripensare alla sua strategia di Brexit dopo le elezioni della settimana scorsa. A dirlo è l’organizzazione del settore ingegneria, EEF.

Secondo l’ente, l’instabilità politica potrebbe costringere più imprese a modificare i loro piani “lontano dal Regno Unito”. L’EEF è l’ultima organizzazione aziendale che chiede una riflessione sui piani del governo per il Brexit e vuole che l’accesso al mercato unico sia al centro dei negoziati. Lo stesso EEF ha detto, anche prima del voto, che diverse imprese stavano già pensando di cambiare i propri piani di business a causa del voto in favore del Brexit. Terry Scuoler, amministratore delegato di EEF, ha dichiarato che il governo ha già “sprecato un anno” e che ha bisogno di allontanarsi dalla sua precedente retorica e cercare di riparare i rapporti con i partner dell’UE.

Per l’EEF ciò significa mettere l’accesso al mercato unico al primo posto e rimanere in un’unione doganale, coinvolgendo gruppi di imprese nei colloqui sul commercio. Inoltre, è fondamentale, secondo l’ente, avere un “periodo di transizione” che sia adatto “a ripristinare saldamente sul tavolo” i colloqui in favore del Brexit.

Questo lunedì Carolyn Fairbairn, direttore generale del CBI, ha chiesto al governo di “resettare” i negoziati, che dovranno iniziare la prossima settimana. Nel frattempo, l’incertezza causata dalle elezioni generali ha portato la fiducia delle imprese a sprofondare a dei minimi che non si vedevano da molto tempo, cosa confermata anche da un sondaggio compiuto su 700 membri del gruppo CBI, che ha messo in evidenza una “caduta drammatica” del confidence dopo le elezioni che hanno lasciato il parlamento britannico in sospeso.

Gruppi di imprese come il CBI e l’EEF credono che il risultato delle elezioni abbia indebolito la forza di coloro che desiderano una “Hard Brexit”, come la May. Questo tipo di Brexit comporterebbe lasciare non solo l’UE, ma anche il mercato unico e l’unione doganale. Al contrario, un “Soft Brexit” darebbe alle imprese britanniche un accesso al mercato unico molto simile a quello che ha il resto dell’Unione europea.

Revoca contratto: risoluzione e rescissione dal punto di vista legale

Quando si parla di contratti, una delle cose da tenere presenti è che essi non valgono sempre, ma possono avere…