Borse Europee: Ultime Notizie sui Principali Indici di Borsa

Nel trading è stato un giorno volatile oggi, con il mercato azionario britannico che ha superato le altre borse in giornata, con il FTSE 100 che ha chiuso ad un livello superiore a 7.500 punti per la prima volta. Gli investitori sono stati incoraggiati dalle speranze di una ulteriore spesa in infrastrutture in Cina, che ha rafforzato le azioni della società di merci, un rafforzamento del prezzo del petrolio dopo i suggerimenti per una riduzione dell’output e una discesa della sterlina rispetto all’euro dopo dei valori più alti del previsto.

La situazione economica nel Regno Unito sembra positiva, cosa che non è per gli altri indici europei. Dopo aver colpito nuovi massimi all’inizio della settimana, il Dax della Germania è tornato indietro, con una performance mista ad altri mercati europei. I punteggi finali della giornata di oggi sono stati:

  • FTSE 100 ad un nuovo livello di chiusura a 7522.03, in crescita di 67,66 punti o 0,91%
  • In Germania il Dax è sceso dello 0,02% a 12,804,53
  • Il Cac francese ha chiuso con lo 0,21% in meno a 5406,10
  • FTSE MIB italiano è salito dello 0,38% a 21,787,90
  • L’Ibex della Spagna ha aggiunto lo 0,22% a 10,982,4
  • In Grecia, il mercato di Atene ha aggiunto lo 0,83% a 788,78
  • A Wall Street, la media industriale del Dow Jones è attualmente in crescita di 11 punti, o lo 0,05%.

I futures degli indici azionari statunitensi sono aumentati nelle prime ore di trading di oggi, mentre gli investitori hanno pesato l’impatto delle controversie Trump più recenti. I futures del Dow sono aumentati dello 0,17%, mentre il DJI ha chiuso dello 0.41% più in alto durante la notte. I futures S & P 500 hanno aggiunto lo 0,09%, mentre i futures tech del Nasdaq 100 hanno guadagnato lo 0,13% dopo la chiusura da record.

Il dollaro è sceso dopo che una relazione del Washington Post ha messo in evidenza come Trump ah girato delle informazioni riservate ai diplomatici russi. Questo ha sollevato preoccupazioni circa la capacità dell’amministrazione di Trump di esprimere la propria agenda economica.

Le probabilità di un aumento del tasso di Fed giugno sono scese al 67%, il che ha anche pesato sul dollaro americano.

Il greggio ha avuto dei guadagni prima del rapporto di inventario, altro dato che ha contribuito ad influenzare in maniera notevole le borse.

I titoli italiani sono stati più alti dopo la chiusura di martedì, dato che i guadagni dei settori telecomunicazioni e chimico hanno portato a delle azioni più alte. I migliori interpreti della sessione sono stati Enel, aumentato del 2,41% o 0,110 punti e scambiato a 4,682 in chiusura. Nel frattempo, Banca Generali ha aggiunto l’1,97% o 0,55 punti per terminare a 28,40, Atlantia è aumentato del 1,69% o 0,42 punti a 25,23.

I peggiori interpreti della sessione sono stati invece Prysmian, sceso del 1,74% o 0,44 punti commerciando a 24,91 alla chiusura. Banca Popolare Emilia Romagna è sceso del 1,65% o 0,080 punti per terminare a 4,780, Buzzi Unicem è sceso del 1,37% o 0,33 punti a 23,69.

Contratti a termine: definizione e quali sono

Si parla di contratto a termine per indicare quello lavorativo che ha una durata ben determinata, al massimo pari a…

Dollaro in calo sui dubbi in merito all'amministrazione Trump

I futures azionari americani e il dollaro sono scesi nelle prime ore di oggi sulle preoccupazioni delle turbolenze politiche negli…