La BoE ha detto che le banche non prendono seriamente in esame le minacce informatiche

I top banchieri ed alti dirigenti britannici del settore dei servizi finanziari non stanno prendendo il rischio di attacchi informatici abbastanza sul serio, secondo gli esperti di politica finanziaria della Banca d’Inghilterra. Il cyber crimine costa all’economia mondiale 445 miliardi di dollari all’anno e le previsioni sono di un aumento, secondo il Centro per gli studi strategici e internazionali.

Le banche sono particolarmente vulnerabili nonostante la spesa di centinaia di milioni di dollari all’anno sulle difese informatiche. Sempre più criminali stanno cercando di rubare dati o denaro dei clienti e la cosa potrebbe provocare il caos nei mercati finanziari.

I verbali delle ultime riunioni del comitato per la politica finanziaria della Banca hanno rilevato una tendenza tra i bancari di visualizzare le minacce informatiche come un problema tecnico piuttosto che un problema che merita attenzione a livello base, data la natura della continua evoluzione delle minacce informatiche e l’importanza fondamentale di avere una certa resilienza informatica per garantire la continuità dei servizi finanziari di base, che sono poi quelli più importanti. I criminali informatici sono riusciti ad ottenere i dettagli di 83 milioni di clienti di JPMorgan, mentre Sony Pictures è stata violata da un attacco in cui gli Stati Uniti hanno accusato la Corea del Nord.

I verbali pubblicati oggi hanno mostrato come la Banca d’Inghilterra e altre aziende di servizi finanziari stanno valutando se fare un test volontario, conosciuto come CBEST, in cui avrebbero assunto degli hacker per attaccare le banche a piacimento al fine di verificare la capacità di recupero. Altre grandi banche e istituzioni finanziarie chiave dovrebbero anche sostenere l’esame al più presto possibile, lo ha detto il verbale FPC. La FPC ha anche detto che le banche in Gran Bretagna devono fare più di passare i controlli sanitari sulla loro capacità di resistere agli shock finanziari, invitando le aziende a migliorare il modo in cui le aziende sono gestite.

La scorsa settimana, la BoE ha dichiarato che i più grandi istituti di credito della Gran Bretagna, con l’eccezione della Banca Cooperativa, hanno superato le prove di stress grazie al fatto che sono ben preparate in merito. Le banche britanniche sono state coinvolte in vari scandali, che vanno dal tentativo di cambiare i tassi di interesse di riferimento e i tassi di cambio per l’assicurazione sui crediti. In questo contesto, il Comitato giudica che degli accordi efficaci e ben informati per la gestione e la governance sarebbero essenziale per ricostruire la fiducia nel sistema bancario.

Autore: Guglielmi Franco

Mi preoccupo di tenervi aggiornati sulle ultime notizie dal mondo del Forex in tempo reale, con approfondimenti sulle migliori notizie in campo economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *