B come bandiera rialzista ( 2° parte)

Approfondiremo le caratteristiche principali del modello della bandiera rialzista.

 La spinta iniziale e le prime reazioni presenti sul mercato tra gli aspetti principali legati all’ utilizzo del modello di bandiera rialzista

Il  modello della bandiera rialzista è utilizzato dai Trader per definire essenzialmente dal punto di vista grafico delle  reazioni dello stesso a dei primi impulsi presenti sul mercato. E basa la sua forza su aspetti molto simili del principio del Momentum, ossia che dopo una prima stabilità presente sul mercato, sarà presente una spinta iniziale che inciderà su  delle prime reazioni sul mercato. L’ obiettivo di tale modello è quindi di prevedere con un certo anticipo tale forza, che provocherà inizialmente uno squilibrio tra la domanda e l’ offerta, e successivamente una prima spinta del prezzo relativo verso l’ alto. Il nome inoltre del suddetto modello è in relazione alla forma grafica tipica di una bandiera e dall’ analisi delle singole componenti, che  rappresentano dei momenti specifici presenti sul mercato: dalla parte iniziale dell’ asta utilizzata proprio per indicare degli primi impulsi presenti sul mercato, all’ analisi del drappo per osservare i ritracciamenti, fino alla verifica dell’ altezza della bandiera per evidenziare le prime reazioni verso l’ asta.

 Un diverso comportamento messo in atto ai primi impulsi del mercato dai Trader aggressivi ( più attivi) e moderati ( meno attivi)

 Un ulteriore aspetto da considerare nel modello della bandiera rialzista, è in relazione però anche al comportamento messo in atto dal Trader ai primi impulsi del mercato. Considerando i principi del Momentum nei casi in cui  il prezzo e il momentum formano un nuovo massimo, si aumentano le probabilità che il suddetto prezzo registri un massimo ancora più elevato, a seguito di prime correzioni sul mercato stesso, associate al drappo della bandiera stessa. Per quanto attiene la strategia messa in atto da un Trader aggressivo, si potrebbe verificare un acquisto dello stesso nel punto più vicino alla parte bassa della relativa bandiera. In tale fase infatti,  il prezzo generalmente si muove in un confine nel breve termine di un trend discendente o ancora in una fase di inversione offrendo un maggiore vantaggio al Trader stesso.

 L’ uscita del prezzo dal drappo come elemento chiave di una strategia attuata da un Trader di tipo moderato, meno propenso al rischio

Strategie più prudenti al contrario e poco propensi al rischio, possono essere messi in moto da un Trader più moderato, che deciderà di intervenire sul mercato solo laddove si sia verificata una  l’ uscita del prezzo dal drappo. In tale fase infatti il prezzo dovrebbe aver terminato il trend al ribasso ed iniziato una nuova fase verso il rialzo. E dove l’ attesa di una conferma sulla operatività in una bandiera di tipo rialzista permette allo stesso di ottenere dei forti vantaggi sul mercato. Come possiamo notare tale modello permette quindi effettivamente di riflettere delle reazioni da parte degli operatori presenti sul mercato ad impulsi iniziali provenienti dal mercato ed a squilibri della domande e dell’ offerta, offrendo molti vantaggi agli operatori presenti, tale da confermare il maggior utilizzo del suddetto modello per definire delle formazioni grafiche dei prezzi.

 

Autore: Iolanda Piccirillo

Classe 1985, laureata nel 2009 in Economia e Commercio all' Università Parthenope di Napoli con la votazione di 104/110. E’ La forte passione per il mondo finanziario maturata prima e dopo gli studi a spingere verso l’ avventura editoriale, al fine di poter dare la sua voce sulle diverse tematiche che girano attorno all'economia e al mondo del Trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *