Argento : prezzi in area 21$

Argento

Il consueto appuntamento del martedì mattina ci conduce all’analisi del quadro tecnico dell’ argento, il cui prezzo l’oncia si è assestato, nelle ultime sedute di contrattazioni, nei pressi di area 21$, al di sopra di quello che sembra essere il più importante riferimento tecnico di medio – lungo periodo, apprezzabile e noto come supporto statico. L’evoluzione dell’argento, nelle ultime settimane, sembra non seguire di pari passo quella dell’ oro, il cui andamento invece è decisamente impostato a rialzo da diverso tempo e la cui tendenza sembrerebbe voler protrarsi ancora a lungo, verso aree top davvero importanti. Quest’oggi, con il consueto ausilio di candele giornaliere, andiamo quindi ad analizzare il quadro tecnico dell’argento il quale, tuttavia, sembra leggermente convulso e privo di una decisa direzionalità di periodo.

Assenza di direzionalità

In seguito al poderoso allungo delineatosi nella prima metà di febbraio scorso, i prezzi dell’argento hanno indietreggiato e non di poco, portandosi dai massimi relativi di area 22$ l’oncia, sino ai recenti valori di minimo relativo, nei pressi del livello statico e tecnico di area 20.50$. La rottura del supporto statico indicato pocanzi, è avvenuta per mezzo di candele poco importanti, le quali sono testimoni più che altro, di una certa volatilità su detti livelli piuttosto che di una decisa volontà da parte del mercato, di spingere i prezzi in giù. Tuttavia, in un ottica di breve periodo, questi movimenti potrebbero aver fornito degli interessanti spunti operativi intraday ma ad ogni modo, in un ottica di medio lungo periodo, è possibile apprezzare come il quadro tecnico corrente, illuminato per mezzo di candele altalenanti e di opposta forza operativa, ospita una fase decisamente adirezionale, che rende il movimento corrente dell’argento, poco attraente per un investimento di posizione. Le speranze rialziste alimentate per mezzo dell’estesa bullish belt hold line, al momento, sono rimaste disattese.

[adrotate banner=”56″]

Immagine 1

Valori sotto la mm20

La media mobile di periodo, relativa alle ultime 20 sedute di contrattazioni d’altronde, si colloca al di sopra di quello che è il corrente movimento dei prezzi i quali tuttavia, poggiano su di un supporto statico di medio – lungo periodo apprezzabile in area 21$; ciò a conferma di quanto detto pocanzi ovvero che, nel medio periodo, i margini operativi sono davvero risicati e ad ogni modo, data l’assenza di un interessante direzionalità di periodo o quantomeno, data l’assenza di una conferma rialzista in continuation trend, la scelta più saggia potrebbe essere quella di accantonare per  il momento, l’idea di investire sull’argento, nel medio – lungo periodo, almeno sinché non si avranno dei decisi segnali di svolta, che rendereanno il quadro tecnico, nuovamente appetibile.

Outlook incerto

In accordo con l’analisi condotta in questo martedì di marzo, l’outlook dell’argento permane incerto; ad ogni modo, un ritorno dei valori al di sopra del tetto massimo di area 22$, potrebbe alimentare le speranze per un ulteriore rally di periodo ma al momento, questa idea appare così remota che faremmo bene a preoccuparci di un possibile storno ribassista, che conduca i prezzi sui minimi relativi di periodo.

(© riproduzione riservata)

[adrotate banner=”56″]

Autore: Fabio Brigida

Nato a Monopoli l’11 febbraio del 1985, appassionato di analisi tecnica, muove i primi passi nel mondo degli investimenti finanziari all'età di 26 anni. Nel 2012 ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in Statistica per le Decisioni Finanziarie ed Attuariali presso l’ Università degli Studi di Bari ed attualmente collabora con diversi portali di finanziari, in veste di analista tecnico e trading advisor. Amante dei colori, i suoi principali interessi sono nella lettura, nella musica e nella casualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *