Triangoli

I triangoli sono molto comuni, delle formazioni grafiche facili da trovare. Si tratta sostanzialmente di indicazioni che ci mettono di fronte ad possibile consolidamento del mercato, mentre è difficile avere un’inversione di tendenza dopo una figura del genere, anche se a volte può capitare.

Esso si verifica quando la curva dei prezzi varia tra movimenti ascendenti o discendenti, con delle oscillazioni in diminuzione (tranne nel triangolo rovesciato, in cui le oscillazioni sono in aumento). Queste oscillazioni consentono di disegnare una linea di supporto e una linea di resistenza che si vanno ad unire, formando la punta di un triangolo, che dà appunto il nome alla figura.

I triangoli sono ottenuti collegando la linea di massima tendenza al ribasso e la linea di uptrend, che invece unisce i minimi crescenti. Dei segnali di acquisto o di vendita vengono rilevati quando questo equilibrio è rotto e il prezzo sfugge bruscamente verso l’alto o verso il basso del rettangolo.

L’inaffidabilità di questa figura se presa da sola ci porta per la maggior parte delle volte ad aspettare che il prezzo prenda una posizione più chiara, cioè la rottura del supporto o della resistenza nel caso in cui venga rotta. Come di consueto nelle figure grafiche, si ha un segnale di acquisto o di vendita quando i prezzi vanno oltre un certo prezzo di oltre il tre per cento.

Il volume di trading deve scendere lungo la formazione triangolare, se poi la rottura è superiore ed esso va ad aumentare al momento della rottura, il che conferma il segnale di acquisto. Viceversa, se la rottura avviene al ribasso, non è necessario avere un aumento del volume per confermare il segnale di vendita.

Il significato di questa figura è che ci sono tanti venditori che hanno fretta di vendere le loro operazioni perché pensano che il mercato sia in una fase di imminente cambio di trend, rialzista o ribassista. D’altra parte, gli acquirenti non sono d’accordo e pensano di poter ancora salire. La distanza tra acquirenti e venditori è sempre più stretta col passare del tempo. E’ proprio il momento vitale per decidere in che direzione il mercato andrà in futuro.

Il volume nella formazione dei triangoli tende a diminuire quando essi si verifica, e aumenta notevolmente quando il prezzo è riuscito a rompere il triangolo stesso.

Si tratta, alla fine, di una formazione grafica interessante da seguire, che se combinata con altri indicatori può dar adito a buoni movimenti.

La zona euro cresce velocemente, i dati Markit

L'economia della zona euro è di fronte al suo stato di forma più forte in quattro anni, nonostante i continui…

E se la Gran Bretagna fosse entrata nell'euro?

Il referendum sull'adesione del Regno Unito all'UE è ancora lontano, ma gli attacchi retorici sono già cominciati, chiamando all’attenzione coloro…