INPS e assegni familiari: modello anf 42 e anf 43

 

L’assegno per il nucleo familiare è una prestazione economica che viene riconosciuta al lavoratore dipendente quando si verificano determinate condizioni economiche e familiari. Tra i fattori economici che incidono su questi assegni, troviamo anche il numero di figli minori a carico, il reddito familiare e l’eventualità in cui anche il coniuge sia a carico. In maniera particolare, l’ente previdenziale ha stabilito che occorre presentare domanda di assegno al nucleo familiare (ANF) nei casi di ANF 42 e ANF 43.

Quando occorre chiedere autorizzazione ANF

In maniera specifica, l’autorizzazione ANF deve essere chiesta se ci sono:

  • Figli di coniugi legalmente separati o divorziati;
  • Figli naturali dei coniugi, che siano stati riconosciuti da tutti e due i genitori;
  • Figli di uno dei due coniugi, nati nel corso di un matrimonio precedente;
  • Nipoti in linea retta che sono a carico del nonno o della nonna (o di entrambi);
  • Familiari inabili, anche se maggiorenni;
  • Familiari di cittadino italiano e non, che siano regolarmente residenti in un paese estero;
  • Figli di età compresa tra 18 e 21 anni che fanno parte dei cosiddetti nuclei familiari numerosi, ovvero quando ci sono più di 4 figli, tutti minori di 26 anni.

Come richiedere autorizzazione ANF 42 e ANF 43

Per poter fare domanda di autorizzazione ANF 42 e 43, si può usare sia il sistema telematico che l’ente previdenziale mette a disposizione, oppure ci si può rivolgere direttamente al patronato.

In entrambi i casi, la documentazione necessaria deve essere presentata in maniera cartacea. Dal momento in cui si ottiene l’autorizzazione ANF, essa vale per 5 anni o comunque fino a che il figlio minorenne non raggiunge la maggiore età.

Il pagamento dell’assegno familiare, in questo caso, avviene direttamente da parte dell’ente previdenziale, che dunque prima di emetterlo si preoccuperà di fare tutte le verifiche del caso, in maniera tale da essere sicuro che non ci siano situazioni non veritiere e diverse da quanto dichiarato.

Documenti da allegare alla domanda di ANF 42 e 43

A seconda dei casi, l’INPS richiede dei documenti diversi che devono essere allegati alla richiesta di assegno per il nucleo familiare 42 e 43, ad esempio:

  • Per i figli di coniugi separati o divorziati, bisogna fornire una dichiarazione di responsabilità;
  • Nel caso di abbandono, occorre fornire una documentazione da parte dell’autorità giudiziaria;
  • Nel caso di figli di uno dei due coniugi nati nel corso di un matrimonio precedente, bisogna fornire un documento che attesta la responsabilità del richiedente e la situazione dell’altro genitore.
  • Nel caso di minori che sono affidati ai nonni, bisogna fornire un documento in cui si dichiara la responsabilità sul ragazzo e quella dei genitori in cui si attesta che non possono mantenere il figlio;
  • Nel caso di figli residenti all’estero, la situazione è differente a seconda se il cittadino che fa richiesta dell’ANF è italiano o meno. In questo caso, la situazione migliore è rivolgersi direttamente all’INPS per chiedere maggiori informazioni.

Ottenimento dei moduli ANF 42 e ANF 43

Nel caso in cui, per la presentazione della domanda, ci si rivolga direttamente al patronato, i moduli potranno essere ottenuti direttamente dal sito ufficiale dell’INPS, dovranno essere stampati, debitamente compilati e consegnati.

Analisi di bilancio: stato patrimoniale attivo e passivo

L'analisi di bilancio ha come obiettivo quello di permettere di capire, tramite la gestione economica, patrimoniale e finanziaria di un'impresa,…

S&P e EU tagliano le stile di crescita per il Regno Unito

Il Brexit avrà delle conseguenze non da poco sul futuro del Regno Unito, secondo l'agenzia di rating S&P. Ci sarà,…