Concorsi pubblici esercito: come entrare nelle forze armate

E’ uno degli obiettivi lavorativi di tanti giovani italiani: entrare nelle forze armate è spesso visto più di un semplice impiego, ma un vero e proprio obiettivo di vita. Le forze armate sono al servizio della Repubblica, il loro compito è la difesa dello Stato. Esse operano sul territorio nazionale ed internazionale per la pace e per la sicurezza, nel rispetto delle leggi del diritto internazionale e delle organizzazioni internazionali, di cui il nostro paese fa parte.

In Italia, le Forze Armate sono 4:

  • Esercito Italiano
  • Marina Militare
  • Aeronautica Militare
  • Carabinieri

Per poter entrare a far parte delle forze armate è fondamentale seguire la strada dei concorsi pubblici, che sono aperti a tutti a condizione di avere i requisiti richiesti, che possono essere di età o di percorso di studi. Ad essi si aggiungono i concorsi interni che sono rivolti ai militari, sia in servizio che non, che vogliono migliorare la loro posizione o il loro ruolo.

Volontari di truppa

Dal 1° gennaio 2005 è stata sospesa l’obboligatorietà del servizio di leva, e sono nate le seguenti categorie di volontari, noti anche come “di truppa”:

  • VFP1, Volontari in Ferma Prefissata di un anno
  • VFP4, Volontari in Ferma Prefissata quadriennale

I Volontari in Ferma Prefissata di un anno sono reclutati attraverso i bandi che sono emessi dal Ministero della Difesa e che vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale quattro volte l’anno. Oltre ad avere dei requisiti generali, tra cui il possesso della cittadinanza italiana e il godimento dei diritti civili e politici, i candidati devono anche avere la giusta idoneità psico-fisica, devono superare gli accertamenti sui requisiti morali e di condotta, devono avere almeno 18 anni e non oltre 25, ed avere un diploma di istruzione secondaria di primo grado. I VFP1 possono anche essere ammessi alla “rafferma”, della durata di altri 12 mesi.

Il Volontario in Ferma Prefissata di 4 anni è, invece, un militare professionista, che proviene dai VFP1. Per poter diventare un VFP4 è fondamentale superare un concorso interno apposito. Anche i VFP4 possono fare domanda di rafferma, in questo caso massimo 2, ognuno dei quali dura 2 anni.

Sottufficiali

Oltre alla truppa, è possibile prendere parte ai concorsi per diventare personale delle forze armate anche come sottufficiale nell’Aeronautica, nell’Esercito e nella Marina Militare. Chi risulta idoneo può ottenere la nomina ad allievo maresciallo; il concorso pubblico è fatto per esami, viene bandito dal Ministero della Difesa ed è pubblicato, come al solito, sulla Gazzetta Ufficiale. Per poter prendere parte a questo concorso occorre avere un’età compresa tra 17 e 26 anni (28 per chi ha prestato servizio militare) ed avere un diploma di scuola secondaria di secondo grado. Gli idonei dovranno frequentare un corso di formazione triennale, al termine del quale potranno diventare marescialli ed avere una laurea di primo livello.

Ufficiali

I concorsi pubblici per diventare ufficiali, invece, si possono ottenere vincendo il concorso e prendendo parte all’Accademia Militare. La formazione nelle Scuole Militari delle Forze Armate viene fatta in 4 istituti: Scuola Navale Militare Francesco Morosini di Venezia, Scuola Militare Nunziatella di Napoli, Scuola Militare Aeronautica Giulio Douhet di Firenze e la Scuola Militare Teuliè di Milano, mentre quella nelle Accademie Militari viene fatta presso l’Accademia Militare di Modena, quella Navale di Livorno o quella Aeronautica di Pozzuoli.

Diritto alla casa e giustizia italiana

La Costituzione Italiana evidenzia, in maniera chiara, l'importanza della casa e di un immobile, tutelando, in sostanza, il diritto all'abitazione.…

Dollaro canadese in rialzo, USD è debole

Il dollaro canadese è tornato sui suoi passi perdendo i guadagni dalla sessione precedente, dato che l'avversione al rischio ha…